×

Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Capitolo 29 - L'ultimo capitolo del Libro degli Atti

Autore: Pietro Nencioni / 7.30.2020

 

Di recente, un amico del את  CEPHER ha scritto e posto alcune domande particolarmente importanti ...

Io e i miei fratelli siamo stati impegnati in uno studio biblico settimanale. Mio fratello mi ha regalato una bellissima copia del tuo  אתCEPHER. Abbiamo finito di leggere il libro degli Atti la scorsa settimana e la versione del את  CEPHER include il capitolo 29 che manca nelle altre versioni della Bibbia che ho. Ci ho riflettuto per tutta la settimana  chiedendomi se puoi rispondere ad alcune domande per chiarire:

Presumo che questo sia stato originariamente scritto in greco come il resto del libro. Ci sono manoscritti per convalidare l'autenticità? In tal caso, puoi fornire alcuni riferimenti?

Puoi spiegare perché altre traduzioni non includono questo libro?

Il capitolo 29:13 descrive un incontro tra Pa'al e alcuni Druidi. Non so molto sui Druidi ma da quello che ho letto sembrano essere una classe sacerdotale di adoratori pagani. Il testo dice che discendevano dallo Yahudiym e che Pa'al aveva dato loro il bacio della pace. Puoi spiegare in che modo questo incontro è coerente con il ministero di Pa'al come descritto nei precedenti capitoli del libro degli Atti?

Ci prenderemo il tempo per rispondere a queste grandi domande qui.

R: Sì, il capitolo 29 è stato originariamente trovato in greco

T.G. Cole, scrivendo nel 1801, disse questo riguardo al Capitolo 29 degli Atti : “Nel portare al pubblico Cristiano il documento noto con il nome del capitolo Perduto da tempo degli Atti degli Apostoli, sentimmo di adempiere un dovere a Cristo e rendere un servizio ai nostri simili ". Con ogni probabilità, non l'uno per cento dei credenti Cristiani, per non parlare del grande pubblico, ha mai sentito parlare del Manoscritto Sonnini; tuttavia quanti credenti seri sarebbero felici di avere prove corroboranti della visita del Grande Apostolo nelle altre nazioni di queste terre. Il documento si riferiva alla pretesa di essere la parte conclusiva degli Atti degli Apostoli e riporta un resoconto dei viaggi di Pa'al dopo i suoi due anni di residenza forzata a Roma nella sua casa affittata. È scritto nello stile degli Atti e si legge come una continuazione di esso.

Il manoscritto stesso è stato trovato intercalato in una copia dei manoscritti dei viaggi di Sonnini in Turchia e in Grecia, e acquistato alla vendita della biblioteca e degli effetti del defunto Right Hon. Sir John Newport, Bart., In Irlanda, il cui stemma di famiglia era inciso sulla copertina del libro, e di cui era stato in possesso per più di trenta anni, con una copia del firman (sigillo) del sultano di Turchia, che concesse a C.S. Sonnini un manoscritto Greco originale che fu trovato nell'Archivio di Costantinopoli e gli fu presentato dal sultano Abdoul Achmet.

Nel lavoro di Sonnini è stata trovata la traduzione inglese del documento: “Viaggi in Turchia e in Grecia intrapresi per ordine di Luigi XVI e con l'autorità della corte ottomana da C.S. Sonnini, membro di diverse società scientifiche o letterarie della Società dell'Agricoltura di Parigi e degli Osservatori di Uomini ”. Mores moltorum videt et ubes. Hor., Londra; Stampato per T.N. Longman e O. Rees, Patermoster Row, 1801.

Una delle principali affermazioni fatte nel 29 ° capitolo degli Atti è che Pa’al viaggiò in Spagna, sopravvivendo al suo processo prima di Nero. Noi di Cepher Publishing Group abbiamo fatto affidamento su tre testimoni per confermare questo capitolo.

La prima è una dichiarazione del Frammento di Muratorian del 5 ° secolo:

Ecco la traduzione Italiana di questo arcaico frammento Latino:

Che meraviglia (27) è allora, se Giovanni in modo così coerente (28) menziona questi punti particolari anche nelle sue Epistole, (29) dicendo di se stesso: "Cosa abbiamo visto con i nostri occhi (30) e ascoltato con le nostre orecchie e le nostre mani (31) hanno toccato, di queste cose che ti abbiamo scritto? (32) Perché in questo modo egli stesso [non] è solo testimone oculare e ascoltatore, (33) ma anche scrittore di tutte le meravigliose gesta del Signore, nel loro ordine. (34) Inoltre, gli atti di tutti gli apostoli (35) sono stati scritti in un libro. Dal "più eccellente Teofilo" Luca che compilò (36) i singoli eventi che si verificarono in sua presenza - (37) come dimostra chiaramente omettendo il martirio di Pietro (38) e la partenza di Paolo dalla città [di Roma ] (39) quando viaggiò in Spagna.

Secondo, Pa’al intendeva viaggiare in Spagna. Considera la sua discussione in Romaiym (Romani):

Romaiym (Romani) 15:23-24
Ma ora, non avendo più luogo in queste contrade, e avendo da molti anni un grande desiderio di venire da voi, 24 quando andrò in Spagna, verrò da voi; passando, spero infatti di vedervi e di essere accompagnato da voi fin là, dopo aver goduto un poco della vostra compagnia.

Terzo, un testimone si trova in Atti 28, che, a differenza delle altre Scritture del Nuovo Testamento, non termina con il clamoroso Amein. Questa difficoltà viene risolta con l'aggiunta del 29 ° capitolo.

Da allora abbiamo imparato altre cose dalla storia che hanno confermato questo resoconto.

Ad esempio, è ormai noto che nel I secolo d.C. l'apostolo Pa’al, insieme ai suoi discepoli e ai molti discepoli convertiti che assistono, predicò nella città Romana di Italica e a Siviglia. Ordinò il primissimo vescovo di Italica, vicino alla nativa città Romana (Hispalis) di Siviglia, che sarebbe rimasta una città più grande. In questo luogo dell'Apostolo Pa'al c'erano molti Turduli che erano Anatolici, Liguri e Illyirici, dei Balcani occidentali, tra molti altri che ascoltarono il Vangelo.

Il nome Italica rifletteva le veterane origini italiane. I Turduli in Italica parlavano una lingua Indo-Europea. Alcuni studiosi hanno messo in evidenza che la lingua apparteneva al ramo Anatolico degli Indoeuropei simile all' Anatolia, Mysia, Liguri e Illyrici, nativi dei Balcani occidentali. Pa’al conosceva già bene queste tribù nel suo “lotto” in Europa. Successivamente furono considerati Celti, suggerendo una significativa influenza della regione e delle tribù vicine. Da allora siamo giunti alla conclusione che questi Celti o "Kelti" erano in realtà derivati da un gruppo chiamato Chaldi o Chaldei, che conosciamo come Kasdiym la cui città di eccellenza era Babilonia.

R: I motivi per cui altre traduzioni non includono questo libro.

Le traduzioni che furono inizialmente create nel 1500 (la Bibbia del Vescovo, il 1535 Tyndale, il 1537 Coverdale, il 1560 Ginevra) o il 1600 (il 1611 KJV-AV) non avrebbero necessariamente avuto accesso a questo testo, data la sua scoperta dopo la loro pubblicazione .

La maggior parte delle traduzioni del 20 ° secolo sono basate sui documenti contraffatti usati da Westcott & Hort (Codice Sinaitico), che escludevano tutti gli Apocrifi e non includevano Atti 29, poiché il falsario del Codice Sinaitico utilizzava il Textus Receptus del XVI secolo come fonte per il suo documento. Westcott & Hort pubblicarono il loro Nuovo Testamento nel 1881, noto come il testo di Westcott e Hort, o WH. Il Codice Sinaitico fu contraffatto da Costantino Simonides, che confessò ripetutamente la sua falsificazione sulla stampa Londinese per due anni dopo la pubblicazione del WH, il tutto senza alcun risultato. Morì di lebbra in Egitto nel 1890.

R: I Druidi erano una classe sacerdotale operante tra il popolo Gaelico che era discendente diretto di Zerach della casa di Yahudah.

Per quanto riguarda i Druidi, sembra che fossero in realtà discendenti della casa di Yahudah (Giuda) attraverso Zerach, il primogenito, e la sua discendenza fu rintracciata attraverso suo figlio Calcol (il fondatore di Atene) e suo figlio Galethus (il padre del popolo Gaelico), che sarebbero venuti ad abitare in Spagna, Portogallo, Irlanda, Galles e Scozia.

Secondo la Jewish Virtual Library, “Un'antica tradizione colloca gli Ebrei a Siviglia al tempo della distruzione del primo tempio (586 a.C.).

Un' altra leggenda a Siviglia che alcuni Ebrei che furono esiliati da Nebuchadnezzar (586 a.C.) si stabilirono a Granada, essendo arrivati nella penisola Iberica alla distruzione del Primo Tempio. Sorprendentemente, ci sono anche alcune ipotesi che gli Ebrei si stabilirono in questa regione fino all'XI secolo a.C. In effetti, diverse influenti famiglie Ebree di Siviglia (Abrabame; incluso) affermano di essere discendenti del re David. "

Secondo un altro rapporto, fu trovata lì una lapide recante l'iscrizione in Ebraico "Adoniram, tesoriere del re Salomone, che venne a raccogliere il tributo fiscale e morì." Una fonte di questa convinzione si basa sull'identificazione di Siviglia con il lontano porto di "Tarshish" che è menzionato nella Bibbia.

Melekiym Ri'shon (I Kings) 10:21-23
Tutte le coppe per le bevande del re Salomone erano d'oro, e tutte le coppe del palazzo della foresta del Libano erano d'oro puro. Nessuna era d'argento, perché questo al tempo di Shalomah non aveva alcun conto. 22 Il re infatti aveva in mare una flotta di Tarshiysh insieme con la flotta di Chiyram; una volta ogni tre anni la flotta di Tarshiysh veniva a portare oro, argento, avorio, scimmie e pavoni. 23 Così il Re Shalomah superò in ricchezze e sapienza tutti i re della terra.

Mentre i moderni Druidi sono adoratori "pagani", la cronaca non è così chiara riguardo agli antichi Druidi. Ad esempio, i Druidi hanno richiesto 20 anni di addestramento prima di poter entrare nella leadership e il loro corso di studi è stato ben rispettato in tutta Europa. Giulio Cesare affermò di aver sacrificato gli umani bruciandoli vivi; tuttavia, quella stessa pratica fu impiegata dagli Spagnoli fino al XIX secolo (Auto-da-fé). Ciò che è apparso come "sacrificio umano" potrebbe essere stata la pena di morte inflitta ai "colpevoli" (ricordi che Judah intendeva "bruciare" Tamar).

Ma’asiym (Atti) 29:13
E avvenne che alcuni dei Druidi vennero a Pa'al in privato, e mostrarono con i loro riti e cerimonie che discendevano dallo Yahudiym che fuggì dalla schiavitù nella terra di Mitsrayim, e l'apostolo credette a queste cose, e diede loro il bacio della pace.

Il resoconto con le Scritture e senza, dimostra che in effetti i figli di Zerach furono trovati a Mitsrayim, sebbene molte delle tribù dei suoi figli fossero già scomparse.

Divrei Hayamiym Ri’shon (1 Cronache) 2:3-6

I figli di Yahudah furono Er, Onan e Shelach: questi tre gli nacquero dalla figlia di Shua, la Kena`aniyth. Er, primogenito di Yahudah, era malvagio agli occhi di Yahuah, che perciò lo fece morire.

4 Tamar, sua nuora, gli partorì את  Perets e את  Zerach. Totale dei figli di Yahudah: cinque.

5 I figli di Perets furono Chetsron e Chamul

6 I figli di Zerach furono Zimriy, Eythan, Heyman, Kalkol e Darda; in tutto: cinque.

C'è un secondo testimone di questa affermazione:

Melekiym Ri’shon (First Kings) 5:11
Perché era più saggio di tutti gli uomini; di Eythan l'Ezrachiy, e di Heyman, di Kalkol e di Darda, i figli di machol (danza in cerchio): e la sua fama era in tutte le nazioni intorno.

Per quanto riguarda il bacio di pace di Pa'al - cosa significa esattamente? Ha mostrato rispetto per il loro lignaggio come parte della tribù di Yahudah. I Druidi erano molto rispettati per il mantenimento della pace tra tribù disparate nell'area in cui predicava Pa'al e avevano la sostanziale autorità di escluderlo sommariamente (come fece Giulio Cesare). Sebbene non avesse i mezzi per combattere contro di loro, non sostenne il loro insegnamento o la loro dottrina, ma continuò con il "vangelo" come aveva predicato altrove. Sconosciuta a molti è la possibilità che il suo Cepher Galatiym (epistola per i Galati) possa essere stato scritto al popolo Gaelico nella Spagna settentrionale e nella Francia occidentale, e non a nessuna "tribù" nella Turchia centrale, la regione che gli storici hanno chiamato Galatia.

C'è molto da cercare in termini di storia. La Chiesa Romana ha negato molto a molti. Abbiamo diverse prove estese secondo cui Pa'al non solo ha visitato la Spagna, ma ha creato quasi una dozzina di vescovi mentre era lì. Vi è un ampio registro delle sue visite in Gran Bretagna (in effetti, le sue ossa sono state spostate a Canterbury nel 686 d.C.), e il resto del racconto di cui agli Atti 29 è stato affermato storicamente.

Inoltre, è ben documentato che Pa'al è stato colui che ha ordinato Lucius come il primo vescovo di Roma. Lucius era il nipote di Bran il Benedetto, il primo Re credente della Gran Bretagna (Siluria). Lucius sarebbe stato conosciuto come un "guaritore" e avrebbe continuato a scrivere il Vangelo di Luca, il Libro degli Atti, 1 Corinzi ed Ebrei.

Ci sono molte cose ora rivelate che erano finora ben nascoste, e Atti 29 è una documentazione accurata ma concisa di almeno alcune di queste.

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

  • I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.
    CHIZAYON (Revelation) 1:8
    Read More
  • For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.  
    BARUK SHENIY (2 Baruk) 51: 8-9
    Read More
  • Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.
    EZRA REVIY`IY (4 Ezra / 2 Esdras) 2:35
    Read More
  • Behold, I set before you this day a blessing and a curse; את eth-A blessing, if ye obey the command­ments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem, but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known. 
    DEVARIYM (Deuteronomy) 11:26-28
    Read More
  • For in six days Yahuah made את eth-the heavens and את eth-the earth, את eth-the sea, and את eth-all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed את eth-the day of Shabbath, and hallowed it.
    SHEMOTH (Exodus) 20:11
    Read More
  • In the beginning Elohiym created את eth the heavens and את eth the earth.
    BERE’SHIYTH (Genesis) 1:1
    Read More
  • How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!
    YESHA`YAHU (Isaiah) 14:12
    Read More
  • Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the את eth-house of Yashar'el, and with the את eth-house of Yahudah. 
    YIRMEYAHU (Jeremiah) 31:31
    Read More
  • In the beginning was the Word, and the Word was with את eth Elohiym, and Elohiym was the Word.
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 1:1
    Read More
  • For Yah so loved את eth-the world, that he gave את eth-his את eth-yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 3:16
    Read More
  • He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him. 
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 14:21
    Read More
  • These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.
    VAYIQRA (Leviticus) 23:4
    Read More
  • And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.
    BESORAH MATTITHYAHU (Gospel of Matthew) 1:21
    Read More
  • Give us this day our daily את eth-bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who trans­gress against us. 
    BESORAH MATTITHYAHU (Gospel of Matthew) 6:11-12
    Read More
  • Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace. 
    BEMIDBAR (Numbers) 6:24-26
    Read More
  • That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha'Mashiach, to the glory of Yah the Father.
    PHILIPPIYM (Philippians) 2:10-11
    Read More
  • YAHUAH is my Shep­herd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters. 
    TEHILLIYM (Psalm) 23:1-2
    Read More
  • He that dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust. 
    TEHILLIYM (Psalm) 91:1-2
    Read More
  • Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .
    CHIZAYON (Revelation) 13:18
    Read More
  • For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.
    ROMAIYM (Romans) 8:38-39
    Read More
  • Though I speak with the tongues of men and of angels, and have not love, I am become as sounding brass, or a tinkling cymbal.
     QORINTIYM RI’SHON (I Corinthians) 13:13
    Read More
  • Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.
    MAKKABIYM REVIY`IY (4 Maccabees) 9:7-9
    Read More
  • And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.
    DANIY'EL (Daniel) 9-12
    Read More
  • A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction, shall take place in one year. This child which is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.
    CHANOK (Enoch) 105: 14-15
    Read More
  • And it shall come to pass afterward, that I will pour out את eth-my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.
    YO’EL (Joel) 2:28
    Read More