×

Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Cos’è la Fede? Parte 7

Autore: Pietro Nencioni / 7.19.2020

 

La Sostanza di cose sperate.

Ivriym (Ebrei) 11:1
ORA la fede è la sostanza delle cose sperate, la dimostrazione di cose che non si vedono.

Sono necessarie alcune parole su questo argomento. Una domanda che si dice abbia tormentato Einstein che ha creato la sua famosa equazione considerando la materia e l'energia, è la questione del significato o della verità, poiché il significato e la verità non hanno materia né energia. Il mio esperimento preferito è chiedere a un gruppo di persone di estrarre carta e matita e disegnare l'essenza della vita - non qualcosa di vivo, ma l'essenza stessa.

La vita, come la verità, come significato, esistono nel piano non materiale - un luogo tra la luce e il buio, un centro di messa a fuoco, catturato all'interno delle specificità della geometria sacra a livello macro, sub-macro o micro. Prendi in considerazione ad esempio la reputazione di una persona. È qualcosa che rimane invisibile. È qualcosa che esiste nel piano non materiale, così come il significato del resoconto della reputazione, tuttavia i significati delle parole portano la più grande realtà.

In effetti, è dalla parola di Elohiym che l'esistenza è venuta all'esistenza, e la parola era con Elohiym e la parola era Elohiym.

Ivriym (Ebrei) 11:2-3
infatti per mezzo di essa (la fede) gli antichi ricevettero testimonianza. 3 Per fede intendiamo che l'universo è stato formato per mezzo della parola di Elohiym, sì che le cose che si vedono non vennero all'esistenza da cose apparenti

Questo concetto è degno di libri su questo argomento, e in effetti sono stati scritti libri. Personalmente preferisco il concetto di geometria sacra e la propulsione della luce eterna nel sitra ahra (l'oscurità esterna) secondo l'istruzione di Elohiym di essere come la storia della creazione, sopra il concetto auto-respinto del big bang.

Ho scritto su questo nel libro Sitrei Torah, dove discuto la geometria sacra e la divisione della luce nella creazione. Diamo un'occhiata a un concetto più ampio, per un secondo. Ho scritto della Torah del fuoco bianco - l'effettiva infallibile parola di Yah, che non è percepita dall'uomo, che non può vederla finché non viene fissata con la Torah nera sulla pagina bianca.

Allo stesso modo, considera che YAH nell'infinito - che non può essere visto, conosciuto, definito o nemmeno pronunciato, a volte definito come Ayn Soph (senza fine ) possa apparire in Bere'shiyth 1: 1, ma senza essere nominato. Consideralo implicito (e io percorro qui cautamente):

Bere'shiyth bara Elohiym eth ha'shamayim u'eth ha'aretz.

In principio ha creato Elohiym et il cielo e et la terra.

Ma considera l'implicazione che l'Ayn Soph è il potere infinito - il potere invisibile - che ha creato, ma senza essere nominato.

Bere'shiyth (Ayn Soph) bara Elohiym eth ha'shamayim u'eth ha'aretz.

All'inizio (Ayn Soph) ha creato Elohiym, i cieli e la terra.

Per alcuni, questo può apparire come un'eresia unica, ma una tale conclusione affretta al giudizio. Come ho discusso molte volte, Elohiym è una parola plurale, il plurale della parola El (masc.) O Eloah (fem - da cui deriva la derivazione araba di Allah). Questo significa che la vera interpretazione di Genesi 1: 1 dovrebbe essere "All'inizio, gli dei hanno creato i cieli e la terra?" Zechariah Sitchens ha preso una tale posizione, come molti altri che hanno dato una interpretazione greca a questa frase . Per questo, dico, no. Elohiym come usato in questo verso, significa Yah nella pluralità - un'espressione di echad (unicità).

Ora, dobbiamo porci la domanda: crediamo che Yahuah Elohaynu Yahuah echad (solo)? Yah è uno, o Yah nella sua immediatezza nel finito appare solo come Elohiym (in una pluralità)?

Credo che la metafisica dimostri che l'Ayn Soph (l'innominabile Yah nell'infinito), che, occupando tutto lo spazio infinito in una dimensione infinita, creò per primo tohu vay'bohu (vacuità e assenza di forma) o l'oscurità esteriore, in cui si manifestò come Elohiym, riversando in Or Ayn Soph (la luce senza fine) su e giù, avanti e indietro, verso l'alto e verso il basso, avanti e indietro, sviluppando lungo una sequenza di Fibonacci, usando la media aurea, per costruire il tetraedro maschile all'interno della sfera del femminile, e per sviluppare i positivi, neutrali e negativi aspetti del della Divinità che chiamiamo Elohiym.

Lasciamo la nostra discussione a quel punto per un altro giorno, ma vi introdurrà al concetto di come le cose viste non sono state fatte di cose che appaiono.

Ivriym (Ebrei) 11:4-13
Per fede H'avel offrì a Elohiym un sacrificio più eccellente di quello di Qayin; per essa egli ricevette la testimonianza che era giusto, quando Elohiym attestò di gradire le sue offerte; e per mezzo di essa, benché morto, egli parla ancora. 5 Per fede Chanok fu trasferito in cielo perché non vedesse la morte, e non fu più trovato perché Elohiym lo aveva trasferito; prima infatti di essere portato via, egli ricevette la testimonianza che era piaciuto a Elohiym.

6 Ora senza fede è impossibile piacergli, perché chi si accosta a Elohiym deve credere che egli è, e che egli è il rimuneratore di quelli che lo cercano diligentemente. 7 Per fede Noach, avvertito da Elohiym di cose che ancora non si vedevano e mosso da santo timore, preparò per la salvezza della sua famiglia l'arca, mediante la quale condannò il mondo e divenne erede della giustizia che si ottiene mediante la fede. 8 Per fede Avraham, quando fu chiamato, ubbidì per andarsene verso il luogo che doveva ricevere in eredità; e partì non sapendo dove andava. 9 Per fede Abrahamo dimorò nella terra promessa, come in paese straniero, abitando in tende con Yitschaq e Ya`aqov, eredi con lui della stessa promessa, 10 perché aspettava la città che ha i fondamenti, il cui architetto e costruttore è Elohiym.

11 Per fede anche Sarah stessa, benché avesse oltrepassato l'età, ricevette forza per concepire il seme e partorì, perché ritenne fedele colui che aveva fatto la promessa.

12 Perciò da un sol uomo, e questi come fosse morto, sono nati discendenti numerosi come le stelle del cielo e come la sabbia lungo la riva del mare, che non si può contare.

13 Tutti costoro sono morti nella fede, senza aver ricevuto le cose promesse ma, vedutele da lontano, essi ne furono persuasi e le accolsero con gioia, confessando di essere forestieri e pellegrini sulla terra.

Prenderò solo un momento qui per discutere la progressione dell'anima. Ancora una volta, questa è solo una panoramica sommaria da discutere in seguito con una maggiore documentazione. Qui, lo scrittore di questo Cepher Ivriym (Ebrei) dichiara che la fede è credere a Yahuah e obbedire. Tuttavia, quando consideriamo i livelli dell'anima, questo è solo il secondo livello di crescita. In breve, l'anima progredisce dal Nefesh - che è una condizione dell'anima in ogni corpo vivente - al Ruach, che è una condizione che crede a Yahuah.  Dal Ruach, l'anima progredisce verso il Neshamah, la condizione di amare Yah con tutte le tue forze, a Chaya, la condizione della vita eterna come risultato del conoscere il Padre e il Figlio che ha mandato, allo Yachida, l'anima in unione con Yah.

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

  • I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.
    CHIZAYON (Revelation) 1:8
    Read More
  • For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.  
    BARUK SHENIY (2 Baruk) 51: 8-9
    Read More
  • Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.
    EZRA REVIY`IY (4 Ezra / 2 Esdras) 2:35
    Read More
  • Behold, I set before you this day a blessing and a curse; את eth-A blessing, if ye obey the command­ments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem, but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known. 
    DEVARIYM (Deuteronomy) 11:26-28
    Read More
  • For in six days Yahuah made את eth-the heavens and את eth-the earth, את eth-the sea, and את eth-all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed את eth-the day of Shabbath, and hallowed it.
    SHEMOTH (Exodus) 20:11
    Read More
  • In the beginning Elohiym created את eth the heavens and את eth the earth.
    BERE’SHIYTH (Genesis) 1:1
    Read More
  • How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!
    YESHA`YAHU (Isaiah) 14:12
    Read More
  • Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the את eth-house of Yashar'el, and with the את eth-house of Yahudah. 
    YIRMEYAHU (Jeremiah) 31:31
    Read More
  • In the beginning was the Word, and the Word was with את eth Elohiym, and Elohiym was the Word.
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 1:1
    Read More
  • For Yah so loved את eth-the world, that he gave את eth-his את eth-yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 3:16
    Read More
  • He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him. 
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 14:21
    Read More
  • These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.
    VAYIQRA (Leviticus) 23:4
    Read More
  • And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.
    BESORAH MATTITHYAHU (Gospel of Matthew) 1:21
    Read More
  • Give us this day our daily את eth-bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who trans­gress against us. 
    BESORAH MATTITHYAHU (Gospel of Matthew) 6:11-12
    Read More
  • Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace. 
    BEMIDBAR (Numbers) 6:24-26
    Read More
  • That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha'Mashiach, to the glory of Yah the Father.
    PHILIPPIYM (Philippians) 2:10-11
    Read More
  • YAHUAH is my Shep­herd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters. 
    TEHILLIYM (Psalm) 23:1-2
    Read More
  • He that dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust. 
    TEHILLIYM (Psalm) 91:1-2
    Read More
  • Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .
    CHIZAYON (Revelation) 13:18
    Read More
  • For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.
    ROMAIYM (Romans) 8:38-39
    Read More
  • Though I speak with the tongues of men and of angels, and have not love, I am become as sounding brass, or a tinkling cymbal.
     QORINTIYM RI’SHON (I Corinthians) 13:13
    Read More
  • Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.
    MAKKABIYM REVIY`IY (4 Maccabees) 9:7-9
    Read More
  • And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.
    DANIY'EL (Daniel) 9-12
    Read More
  • A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction, shall take place in one year. This child which is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.
    CHANOK (Enoch) 105: 14-15
    Read More
  • And it shall come to pass afterward, that I will pour out את eth-my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.
    YO’EL (Joel) 2:28
    Read More