Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Sotto la legge? Che cosa disse relamente Sha’ul?

Autore: Pietro Nencioni / 3.11.2020

 

Shemoth (Esodo) 23:7
Rifuggirai da ogni falsità; non ucciderai l'innocente e il giusto, perché io non assolverò il malvagio.

Ecco alcune parole ebraiche che sono degne di considerazione mentre esploriamo gli scritti di Sha’ul:

Innocente: naqiy, che significa irreprensibile, pulito, chiaro, esente, libero, innocente o libero da colpe.

Giusto - tsadiyq, che significa giusto, legale

Giustifica - tsadaq (la radice di tsadiyq e tsedeqah), che significa avere ragione in senso morale o forense.

Come abbiamo analizzato nell'ultima scrittura, la parola greca δικαιος dikaios è meglio intesa come giusto, piuttosto che retto. La differenza ha a che fare con il giudizio di Yah. Una delle cose che si possono generalmente estrarre dal linguaggio di Sha'ul è la sua conoscenza della giurisprudenza. Cioè, gran parte del suo linguaggio ha a che fare con la ricerca di assoluzione e giustificazione, piuttosto che una condizione di qualcuno che viene trovato innocente o giusto a priori. Quindi questo ci parla della condizione dell'uomo al momento del giudizio. Questo approccio è totalmente diverso da quello usato da Mosheh che usa il linguaggio della legge con la proiezione per il futuro (lo farai, non lo farai); mentre Sha'ul parla in modo contemporaneo o retrospettivo.

Consideriamo ora questo passaggio in Romayim (Romani), con un piccolo cambiamento da considerare.

Romayim (Romani) 3:19-27
19 Or noi sappiamo che tutto quello che la legge dice, lo dice per coloro che sono sotto la legge, affinché ogni bocca sia messa a tacere e tutto il mondo sia sottoposto al giudizio di Elohiym,

20 perché nessuna carne sarà giustificata davanti a lui per le opere della legge; mediante la legge infatti vi è la conoscenza del peccato.

La giustificazione per la fede in Yahusha Ha’Mashiach

21 Ma ora, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Elohiym, alla quale rendono testimonianza la Toráh e i profeti,

22 cioè la giustizia di Elohiym mediante la fede (fedeltà morale) in Yahusha Ha’Mashiach

verso tutti e sopra tutti coloro che credono, perché non c'è distinzione;

23 poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Elohiym,

24 ma sono gratuitamente giustificati per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Yahusha Ha’Mashiach.

25 Lui ha Elohiym preordinato per far l'espiazione mediante la fede (fedeltà morale) nel suo sangue, per dimostrare così la sua giustizia per il perdono dei peccati, che sono stati precedentemente commessi durante il tempo della pazienza di Yah,

26 per manifestare la sua giustizia nel tempo presente, affinché egli sia giusto e giustificatore di colui che ha la fede di Yahusha Ha’Mashiach.

27 Dov'è dunque il vanto? È escluso. Per quale legge? Quella delle opere? No, ma per la legge della fede (fedeltà morale).

Concludiamo questa reinterpretazione con la frase più esplosiva del passaggio:

Romayim (Romani) 3:28
Noi dunque riteniamo che l'uomo è giustificato mediante la fede senza le opere della legge.

Se guardiamo a questa discussione storicamente (entro i limiti delle Scritture e non al di fuori di esse), vediamo che un'intera alleanza è stata data a tutta la Casa di Yashar'el; tuttavia, questo patto fu infranto da loro, quindi Yahuah emise un certificato di divorzio, dicendo: Non sarò più tuo marito, ma mi chiamerai Padre, secondo Yirmeyahu (Geremia) 3.

Tuttavia, c'era la promessa che il patto sarebbe stato rinnovato; un'alleanza rinnovata (Brit Chadashah) che è arrivata all'umanità come dono immeritato per l'espiazione del sangue di Ha'Mashiach. Tieni presente che l'espiazione e la successiva risurrezione erano una propiziazione completa (l'atto di Yah sul il propiziatorio o kippureth) non solo a causa della rottura e del ripristino (tikkun) del patto, ma che la pena di morte che era sull'umanità fu finalmente superata a causa di Adamo. Non esistono opere di giustizia in grado di trascurare la morte, a parte questa propiziazione.

Tuttavia, considera le parole della Torah:

Devariym (Deuteronomio) 6:20-25
20 Quando in avvenire tuo figlio ti domanderà: "Che significano questi precetti, statuti e decreti, che Yahuah Elohaynu, vi ha comandato?",

21 tu risponderai a tuo figlio: "Eravamo schiavi del Far`oh in Mitsrayim e Yahuah ci fece uscire da Mitsrayim con mano potente.

22 Inoltre Yahuah operò sotto i nostri occhi segni e prodigi grandi e tremendi contro Mitsrayim, contro il Far`oh e contro tutta la sua casa.

23 E ci fece uscire di là per condurci nel paese che aveva giurato di dare ai nostri padri.

24 Così Yahuah ci comandò di mettere in pratica tutti questi statuti, temendoאת  Yahuah Elohaynu, per avere sempre prosperità e perché egli ci conservasse in vita, come è oggi.

25 E questa sarà la nostra giustizia, se abbiamo cura di mettere in pratica tutti את questi comandamenti davanti a Yahuah Elohaynu, come egli ci ha ordinato”».

Pertanto, concludiamo che chayim olam (vita eterna) non si basa su una cieca credenza in "Dio", ma su una convinzione che l'alleanza è stata restaurata e rinnovata in Ha'Mashiach dallo spargimento del Suo sangue come l'agnello di Elohiym; e in ciò una completa propiziazione dalla caduta di Adamo fu ottenuta nella sua morte e risurrezione. Sha'ul afferma che la nostra giustificazione morale davanti al Trono Bianco si ottiene attraverso questa fedeltà morale - una fedeltà morale ad Ha'Mashiach, che è la pietra angolare (eben rosh pinna) della nostra fede.

Romayim (Romani) 3:29-31
29 El è forse soltanto il Elohiym dei yahudiym? Non lo è anche delle altre nazioni? Certo, è anche l’ Elohiym delle altre nazioni.

30 Poiché vi è un solo Elohiym, che giustificherà il circonciso per fede, e anche l'incirconciso mediante la fede.

31 Annulliamo noi dunque la Torah mediante la fede? Così non sia, anzi stabiliamo la Torah.

Mishlei (Proverbi) 7:1-3
1 Figlio mio, custodisci le mie parole e conserva dentro di te i miei comandamenti.

2 Custodisci i miei comandamenti e vivrai; custodisci la mia Torah come la pupilla dei tuoi occhi.

3 Legateli alle dita, scrivili sulla tavola del tuo cuore.

Nejemyahu (Neemmia) 1:9 
ma se tornerete a me e osserverete i miei comandamenti e li metterete in pratica, anche se i vostri dispersi fossero ai confini del cielo, io di là li raccoglierò e li ricondurrò al luogo che ho scelto per farvi abitare את il mio Nome”.

Yojanón (Giovanni) 15:8-10 
8 In questo è glorificato il Padre mio, che portiate molto frutto, e così sarete miei discepoli.

9 Come il Padre ha amato me, così io ho amato voi; dimorate nel mio amore.

10 Se osservate את i miei comandamenti, dimorerete nel mio amore, come io ho osservato את i comandamenti del Padre mio e dimoro nel suo amore.

Yojanón (Giovanni) 14:15-17
15 «Se mi amate, osservate את i miei comandamenti.

16 Ed io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore, che rimanga con voi per sempre,

17 il Ruach Emeth, che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce; ma voi lo conoscete, perché dimora con voi e sarà in voi. 

Yojanón Rishon (1 Giovanni) 5:2-3
2 Da questo sappiamo di amare את i figli di Elohiym: quando amiamoאת Elohiym e osserviamo את i suoi comandamenti.

3 Questo infatti è l'amore di Elohiym: che noi osserviamo את i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi.

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

Chazon (Revelation) 1:8

I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.

Read More

Baruch Sheniy (2 Baruch) 51:8-9

For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.

Read More

Ezra Reviy'iy (4 Ezra/2 Esdras) 2:35

Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.

Read More

Devariym (Deuteronomy) 11:26-28

Behold, I set before you this day a blessing and a curse; A blessing, if ye obey the commandments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known.

Read More

Shemoth (Exodus) 20:11

For in six days Yahuah made the heavens and the earth, the sea, and all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed the day of Shabbath, and hallowed it.

Read More

Bere'shiyth (Genesis) 1:1

In the beginning Elohiym created את the heavens and אתthe earth.

Read More

Yesha'yahu (Isaiah) 14:12

How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!

Read More

Yirmeyahu (Jeremiah) 31:31

Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the house of Yashar’el, and with the house of Yahudah.

Read More

Besorah Yochanon (John) 1:1

In the beginning was the Word, and the Word was with את Elohiym, and Elohiym was the Word.

Read More

Besorah Yochanon (John) 3:16

For Elohiym so loved the world, that he gave his yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.

Read More

Besorah Yochanon (John) 14:21

He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him.

Read More

Vayiqra (Leviticus) 23:4

These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 1:21

And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 6:11-12

Give us this day our daily bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who transgress against us.

Read More

Bemidbar (Numbers) 6:24-26

Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace.

Read More

Philippiym (Philippians) 2:10-11

That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha’Mashiach, to the glory of Elohiym the Father.

Read More

Tehilliym (Psalms) 23:1-2

Yahuah is my Shepherd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters.

Read More

Tehilliym (Psalms) 91:1-2

He who dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust.

Read More

Chazon (Revelation) 13:18

Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .

Read More

Romaiym (Romans) 8:38-39

For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.

Read More

Qorintiym Ri'shon (I Corinthians) 13:13

And now abides faith, hope, love, these three; but the greatest of these is love.

Read More

Makkabiym Reviy'iy (4 Maccabees) 9:7-9

Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.

Read More

Daniy'el (Daniel) 12:1

And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.

Read More

Chanoch (Enoch) 105:14-15

A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction shall take place in one year. This child, who is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.

Read More

Yo'el (Joel) 2:28

And it shall come to pass afterward, that I will pour out my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.

Read More