To visit our sister company Cepher Academy, please click here.

×

Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Rosh Chodesh - C'è una festa della Luna Nuova?

Autore: Pietro Nencioni / 11.28.2019

 

Di recente, un amico dell'Eth Cepher ha posto la domanda: esiste la necessità di osservare la Luna Nuova? Cercando la luna nuova nell'Eth Cepher, sembra includere [l'osservanza della] luna nuova come una prescrizione da seguire.

Guardiamo.

Cominciamo naturalmente con quella mitsvah dottrinale trovata nella Torah del Paradiso:

Bere’shiyth (Genesi) 1: 14-18
Poi Elohiym disse: «Vi siano dei luminari nel firmamento dei cieli per separare il giorno dalla notte; e siano per segni e per stagioni e per giorni e per anni; 15 e servano da luminari nel firmamento dei cieli per far luce sulla terra». E così fu. 16 Elohiym fece quindi i due grandi luminari: il luminare maggiore per il governo del giorno e il luminare minore per il governo della notte; e fece pure le stelle. 17 E Elohiym li mise nel firmamento dei cieli per far luce sulla terra, 18 per governare il giorno e la notte, e separare la luce dalle tenebre. E Elohiym vide che questo era buono.

Sappiamo che la luna ha quindi un applicazione come segno, per le feste nominate, per i giorni e anni e per governare la notte. Ma la luna produce ancora di più?

Abbiamo sempre preso la posizione che all'interno del Tanakh, c'è solo un verso che ci da indicazioni sul primo giorno del mese, e va al primo giorno del settimo mese di quel giorno che chiamiamo Yom Teru`ah, o la Festa delle Trombe.

Tehilliym (Salmi) 81:1-5 
Cantate con giubilo a Elohiym, nostra forza; mandate grida di gioia al Elohiym di Ya`aqov2 Innalzate un canto e fate risuonare il tamburello, l'arpa melodiosa con la lira. 3 Suonate la tromba alla Nuova Luna, alla luna nera nel giorno della nostra festa. 4 Poiché questo è uno statuto per Israele, una legge del Elohiym di Giacobbe. 5 Egli lo stabilì come una testimonianza in Yahuceph, quando uscì contro il paese di Mitsrayim. Allora io udii un linguaggio che non comprendevo:

Mentre 81: 3 è stato discusso molte volte, l'intero verso mostra molto di più! David sta trattando tante cose in questa festa. In questa festa, c'è il canto, il suono del tamburello, l'arpa e il salterio, e naturalmente il suono dello shofar.

Tuttavia, la parte critica del verso è nella oscura Luna Nuova, o nell'Ivriyt taqiah b’chodesh shofar bkeseh l’yom chag’u.

Sl 81:3 תִּקְעוּ בַחֹדֶשׁ שׁוֹפָר בַּכֵּסֶה לְיוֹם חַגֵּנוּ׃

Naturalmente, la domanda piu’ grande ha a che fare con il significato della parola chodesh e della parola keceh.

La gente afferma giustamente che chodesh non significa luna, perché yereach significa luna. Chodesh significa ciclo lunare e non solo ciclo lunare, ma rinnovato ciclo lunare, la cui espressione più semplice è  Luna Nuova.

La prossima domanda è Keceh. Cosa significa questa parola?

Strong's ci dice che keceh (כֶּסֶא) (Strong's H36770 o (כֶּסֶה) keçeh; apparentemente da H3680; significa propriamente, la pienezza o la luna piena, cioè la sua celebrazione [?] O l'appuntamento designato. Ma è corretto? Diamo un'occhiata al radice della parola.

Strong's 3680 (כָּסָה) kacah - prima di andare oltre, noterai che senza il nikkudiym (marcature vocaliche masoretiche) le parole sono scritte in modo identico e il significato è, come radice primitiva; correttamente, per riempire, cioè riempire le cavità; implicitamente, per coprire (per l'abbigliamento o un segreto): - vestirsi, chiudere, vestire, nascondere, coprirsi, (fuggire per) nascondere o offuscare.

Vediamo qualche esempio dell'uso di questa parola? Delle centoquarantanove (149) volte che la parola kacah è stata trovata nel Tanakh, centoquarantacinque (145) volte viene interpretata come  coperto, nascosto o celato. Le altre volte viene interpretato col significato di sopraffatto/oscurato

Vi sono due anomalie: Salmo 81: 3 e Proverbi 7:20. Riteniamo che queste anomalie siano in realtà errori di traduzione che offuscano l'unico versetto che ci dice come trovare il primo giorno del mese - quel giorno che è segnato dalla Luna Nuova oscurata. Un'affermazione così esplicita attenuerebbe ovviamente l'autorità rabbinica attualmente riservata per consentire al nuovo mese di essere dichiarato solo da un rabbino che osserva un frammento di Luna su Gerusalemme.

Infine, notiamo che questa nuova luna - nella Festa delle Trombe (Yom Teru`ah), segna il primo giorno del settimo mese, una delle quattro nuove lune che richiedono l'osservanza perpetua, come vedremo.

Yovheliym (Giubilei) 6:23-28
E sulla Luna Nuova del primo mese, e sulla Luna Nuova del quarto mese, e sulla Luna Nuova del settimo mese, e sulla Luna Nuova del decimo mese sono i giorni del ricordo, e i giorni delle stagioni nelle quattro divisioni dell'anno. Questi sono scritti e ordinati per sempre come testimonianza. 24 E Noach li ordinò per sé come feste per le generazioni per sempre, 25 in modo che divennero così un memoriale per lui. E sulla Luna Nuova del primo mese gli fu comandato di farsi un'arca, e quel giorno la terra si seccò e lui aprì l'arca e vide la terra. 26 E sulla Luna Nuova del quarto mese furono chiuse le bocche delle profondità dell'abisso sottostante. E sulla Luna Nuova del settimo mese furono aperte tutte le bocche degli abissi della terra e le acque iniziarono a scendere in esse. 27 E sulla Luna Nuova del decimo mese videro le cime delle montagne e Noach fu contento. 28 E per questo motivo, li ha ordinati per sé come feste per un memoriale per sempre, e così sono stati ordinati.

Cos'è questo? Il Cepher Yovheliym ci dice diverse cose qui. Innanzitutto, dobbiamo osservare la Luna Nuova del primo mese, del quarto mese, del settimo mese e del decimo mese (giorni del ricordo); Secondo, questi sono i giorni delle stagioni nelle quattro divisioni dell'anno! Vale a dire, la prima Luna Nuova è l'inizio della primavera; la quarta luna nuova è l'inizio dell'estate; la settima luna nuova è l'inizio dell'autunno e la decima luna nuova è l'inizio dell’inverno.

[NOTA: questo è il sistema di calendario che utilizziamo nello Yom Qodesh che chiamiamo Calendario della Genesi. Questo sistema ci consente di prevedere l'inizio della primavera, l'inizio dell'estate, l'inizio dell'autunno e l'inizio e il lungo inverno che stiamo avendo quest'anno, poiché quest'anno include un mese intercalare (un 13 ° mese) di correzione, adattando il ciclo lunare al ciclo solare nell'applicazione comune di un calendario solare-lunare.]

Notiamo anche che la mitsvah espressa qui in Yovheliym (Giubilei) non invoca l'osservanza della Luna Nuova (Rosh Chodesh) per ogni mese, ma piuttosto, la prima, la quarta, la settima e la decima.

Esistono prove scritturali che le Nuove Lune sono state osservate? Cominciamo con questo incontro tra David e Yahunathan (Jonathan)

Shemu’el Ri’shon (1 Samuele) 20:4-6 
Yahunathan disse a El-David: «Qualunque cosa tu chieda, io la farò per te». 5 Davide rispose a El-Yahunathan: «Ecco, domani è la Luna Nuova e io dovrei sedere a tavola con il re, ma tu lasciami andare e io mi nasconderò per la campagna fino alla sera del terzo giorno. 6 Se tuo padre nota la mia assenza, tu gli dirai: "David mi ha pregato con insistenza di poter fare una scappata fino a Beyt Lechem , sua città, perché vi si celebra il sacrificio annuale per tutta la sua famiglia".

Shemu’el Ri’shon (1 Samuele) 20:18-19
Poi Gionathan gli disse: «Domani è la Nuova Luna e la tua assenza sarà notata, perché il tuo posto sarà vuoto. 19 Lascerai passare tre giorni, poi scenderai in fretta e ti recherai al luogo dove ti sei nascosto il giorno del fatto, e rimarrai presso la pietra di Ezel.

Vediamo qui che la pratica ai tempi di David era quella di osservare la settima luna nuova come una festa di due giorni: la luna oscura e il suo successivo avvistamento. Ci sono altri testimoni dell'osservanza della Luna Nuova?

Yesha`yahu (Isaia) 66:22-23 
«Poiché come i nuovi cieli e la nuova terra che io farò sussisteranno stabili davanti a me», dice Yahuah, «così sussisteranno la vostra progenie e il vostro nome. 23 E avverrà che di Luna Nuova in Luna Nuova e di Shabbath in Shabbath ogni carne verrà a prostrarsi davanti a me», dice Yahuah.

Oltre a Yesha`yahu (Isaia) che chiarisce che anche nei rinnovati cieli e nella rinnovata terra verrnno osservate le Nuove Lune, Yechezq’el (Ezechiele) avanzerà anche il suo piede:

Yechezq’el (Ezekiele) 46:1 
COSI dice il Adonai Yahuah: «La porta del cortile interno che guarda a est resterà chiusa durante i sei giorni di lavoro; ma sarà aperta il giorno di Shabbath e sarà pure aperta il giorno della Luna Nuova.

Amoc (Amos) 8:4-7
Ascoltate questo, o voi che divorate il bisognoso e sopprimete i poveri del paese, 5 e dite: «Quando passerà la Luna Nuova perché possiamo vendere il grano, e il Shabbath perché possiamo dar inizio alla vendita del grano, rimpicciolendo l'ephah e ingrandendo lo sheqel, falsificando le bilance per frodare, 6 comprando i poveri con denaro, il bisognoso per un paio di sandali e vendendo anche i rifiuti di scarto del grano?».7 Yahuah l'ha giurato per l'orgoglio di Ya`aqov: «Non dimenticherò mai nessuna delle loro opere.

Ancora una volta, vediamo che anche se l'osservanza è stata disprezzata in Amoc, è stata comunque osservata e evidentemente sarà osservata. Vediamo qualcosa di tutto ciò nel Brit Chadasha (Nuovo Testamento)?

Qolasiym (Colossesi) 2:16-17
Nessuno dunque vi giudichi per cibi o bevande, o rispetto a feste, a Nuove Lune o ai Shabbath; 17 queste cose sono ombra di quelle che devono venire per il corpo del Mashiach

Cosa significa questo? Vediamo Pa'al che ci sta dicendo che dobbiamo procedere con l’osservare il consumo di cibo e bevande adeguate, con l’osservanza dei giorni di festa, delle Nuove Lune e degli Shabbath senza permettere alle critiche di dissuaderci. Queste feste e Nuove Lune sono le ombre di ciò che verrà per il corpo del Mashiach. In altre parole, l'osservanza delle Nuove Lune, delle feste e dei Sabbath sarà praticata anche nel regno di Mashiach.

A proposito di feste, consideriamo un paio di feste di cui la maggior parte degli osservatori della Torah non sono a conoscenza: le feste di Qatsiyr e Aciyph.

Shemoth (Esodo) 23:14-19 
Tre volte all'anno mi celebrerai una festa. 15 Osserverai la festa degli Matstsah. Per sette giorni mangerai pane senza lievito, come ti ho ordinato, al tempo stabilito nel mese di Aviyv, perché in quello tu uscisti da Mitsrayim; e nessuno comparirà davanti a me a mani vuote. 16 Osserverai anche la festa della mietitura (Qatsiyr) , delle primizie del tuo lavoro, di quello che hai seminato nei campi; e la festa della raccolta (Aciyph), alla fine dell'anno, quando raccoglierai dai campi i frutti del tuo lavoro. 17 Tre volte all'anno tutti i tuoi maschi compariranno davanti ad Adonai Yahuah. 18 Non offrirai il sangue della mia vittima col pane lievitato; e il grasso dei sacrifici della mia festa non rimarrà fino al mattino. 19 Porterai alla casa di Yahuah Elohayka, le primizie dei primi frutti della terra. Non cuocerai il capretto nel latte di sua madre.

Diamo un'occhiata a queste due feste. Primo Qatsiyr:

Qâtsîyr (קָצִיר) (Strong's H7105) è il passato della parola Qasah di H7114 che generalmente viene interpretato come se fosse reciso, cioè raccolto, mietuto, reciso, il tempo, il mietitore.

L'uso si trova generalmente come "il raccolto," che può essere diviso approssimativamente in due tempi di raccolta: il tempo della raccolta dell'orzo (Ro’th (Ruth) 1:22); e il tempo della raccolta del grano (Shemoth 34:22). Tuttavia, quando il Qatsiyr è associato ai primi frutti delle tue fatiche, tali primi frutti sono generalmente interpretati come il raccolto dell’orzo.

Ma che dire della parola Aciyph?

ʼÂçîyph (אָסִיף) (Strong's H614) è il passato della parola (אָסַף) ʼ âçaph, la radice primitiva; il che significa riunirsi per qualsiasi scopo; quindi, ricevere, portare via, assemblare, portare, consumare, distruggere, riunirsi o radunare, generalmente, per mettere insieme tutti, e nel passato significa raccolto, cioè (astrattamente) un radunamento di raccolti.

Shemoth (Esodo) 34:22 
Celebrerai la festa delle settimane (Qatsiyr), e cioè, delle primizie della mietitura del grano e la festa della raccolta (Aciyph) alla fine dell'anno.

Vediamo qui le "tre volte dell'anno in cui tutti i tuoi maschi appariranno davanti ad Adonai Yahuah;" vale a dire, a Qatsiyr - la raccolta del primo frutto (orzo), a Shavu'oth - i primi frutti della raccolta del grano - e a Aciyph: le feste di fine anno.

In nessun punto delle Scritture Aciyph è direttamente collegato a Yom Teru`ah, Yom Kippur o persino Cukkoth; invece è indicato come una festa di raccolta a fine anno. In questo anno civile gregoriano, troviamo le nuove lune di celebrazione e osservanza (la prima, la quarta, la settima e la decima) nelle seguenti date:

Primo:        7 marzo              Primo giorno di primavera

Secondo:   3 giugno              Primo giorno d'estate

Terzo:        30 agosto            Primo giorno d'autunno

Quarto:      26 novembre       Primo giorno d’inverno

Alcuni potrebbero voler osservare tutte le Nuove Lune, ma il Cepher Yovheliym chiede l'osservanza di queste quattro - affinchè tu possa conoscere le stagioni. Quando guardi il programma sopra, predice una primavera molto precoce, un'estate molto precoce, un autunno molto precoce e un inverno molto precoce e lungo. Lascerò la tua analisi delle prove attuali alla tua osservazione.

Ma che dire di Aciyph? La domanda diventa: quando sarà finalmente completato il tuo raccolto? Per quelli che raccolgono zucche, la festa sarà presto alle porte.

 

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

  • I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.
    CHIZAYON (Revelation) 1:8
    Read More
  • For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.  
    BARUK SHENIY (2 Baruk) 51: 8-9
    Read More
  • Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.
    EZRA REVIY`IY (4 Ezra / 2 Esdras) 2:35
    Read More
  • Behold, I set before you this day a blessing and a curse; את eth-A blessing, if ye obey the command­ments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem, but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known. 
    DEVARIYM (Deuteronomy) 11:26-28
    Read More
  • For in six days Yahuah made את eth-the heavens and את eth-the earth, את eth-the sea, and את eth-all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed את eth-the day of Shabbath, and hallowed it.
    SHEMOTH (Exodus) 20:11
    Read More
  • In the beginning Elohiym created את eth the heavens and את eth the earth.
    BERE’SHIYTH (Genesis) 1:1
    Read More
  • How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!
    YESHA`YAHU (Isaiah) 14:12
    Read More
  • Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the את eth-house of Yashar'el, and with the את eth-house of Yahudah. 
    YIRMEYAHU (Jeremiah) 31:31
    Read More
  • In the beginning was the Word, and the Word was with את eth Elohiym, and Elohiym was the Word.
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 1:1
    Read More
  • For Yah so loved את eth-the world, that he gave את eth-his את eth-yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 3:16
    Read More
  • He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him. 
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 14:21
    Read More
  • These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.
    VAYIQRA (Leviticus) 23:4
    Read More
  • And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.
    BESORAH MATTITHYAHU (Gospel of Matthew) 1:21
    Read More
  • Give us this day our daily את eth-bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who trans­gress against us. 
    BESORAH MATTITHYAHU (Gospel of Matthew) 6:11-12
    Read More
  • Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace. 
    BEMIDBAR (Numbers) 6:24-26
    Read More
  • That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha'Mashiach, to the glory of Yah the Father.
    PHILIPPIYM (Philippians) 2:10-11
    Read More
  • YAHUAH is my Shep­herd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters. 
    TEHILLIYM (Psalm) 23:1-2
    Read More
  • He that dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust. 
    TEHILLIYM (Psalm) 91:1-2
    Read More
  • Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .
    CHIZAYON (Revelation) 13:18
    Read More
  • For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.
    ROMAIYM (Romans) 8:38-39
    Read More
  • Though I speak with the tongues of men and of angels, and have not love, I am become as sounding brass, or a tinkling cymbal.
     QORINTIYM RI’SHON (I Corinthians) 13:13
    Read More
  • Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.
    MAKKABIYM REVIY`IY (4 Maccabees) 9:7-9
    Read More
  • And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.
    DANIY'EL (Daniel) 9-12
    Read More
  • A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction, shall take place in one year. This child which is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.
    CHANOK (Enoch) 105: 14-15
    Read More
  • And it shall come to pass afterward, that I will pour out את eth-my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.
    YO’EL (Joel) 2:28
    Read More