Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Le Pietre di Zaffiro

Autore: Pietro Nencioni / 8.30.2019

 

Iniziamo con quanto segue:

Shemoth (Esodo) 24:9-10
Quindi salirono Mosheh, Aharon, Nadav e Aviyhu e settanta degli anziani di Yashar'el: 10 E videro את eth Elohai di Yashar'el: Sotto i suoi piedi c'era come un pavimento lavorato di zaffiro, della chiarezza del corpo del cielo stesso.

La parola qui che viene tradotta con zaffiro è erroneamente esposta da Strong's come cappiyr (סַפִּיר) Strong's H5601. Non c'è una doppia "p" nella parola. Piuttosto, dovrebbe essere pronunciato caphiyr (zaffiro). In ogni caso il suo significato determina essere  una gemma (forse usata per graffiare altri materiali), probabilmente lo zaffiro. Probabilmente?

Tuttavia, la parola ha una radice in Ivriyt, che è (סָפַר) (H5608). Ora, i Masoreti ci dicono che la pronuncia è çâphar, ma l'ortografia senza nikkud è identica a H5608-5613.

5608 significa: segnare con un segno come riscontro o documento, cioè (implicitamente) per iscrivere, e anche per elencare; intensivamente , per raccontare, cioè celebrare: - comunemente, rappresentare; dichiarare, numerare, temperino, calcolare, scrivere, proclamare, parlare, raccontare, scrivere.

5609 significa: libro o rotolo (aramaico).

5610 significa: un censimento o numerazione.

5611 significa: un posto in Arabia.

5612 significa: da H5608; una scrittura (d''arte o un documento); di conseguenza, un libro: un disegno di legge, un libro, testimonianza, una lettera, un registro, una pergamena. Si trova anche nella forma femminile come çiphrâh (סִפְרָה) (Ps 56: 8 (H9). Il plurale maschile è cepheriym (ספרים); il plurale femminile è cepher’oth (ספרות).

5613 significa: uno scriba (aramaico)

.Quando guardiamo la parola zaffiro nella sua totalità, vediamo quindi nel significato della parola una pietra fissa che può includere un elenco graffiato sulla sua superficie.

Diamo un'occhiata alla storia:

Shemoth (Esodo) 19:19
E quando la voce dello shofar suonò a lungo e divenne sempre più forte, Mosheh parlò ed Elohiym gli rispose con una voce.

Cosa hanno effettivamente sentito dire:

Shemoth (Esodo) 20:1-17
Allora Elohiym pronunziò את eth tutte queste parole, dicendo:

2 «Io sono Yahuah Elohayka che ti ha fatto uscire dal paese di Mitsrayim, dalla casa di schiavitù.

3 Non avrai altri elohiym davanti a me.

4 Non ti farai scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù nei cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra.

5 Non ti prostrerai davanti a loro e non le servirai, perché io, Yahuah Elohayka, sono un El geloso che punisce l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano,

6 e uso benignità a migliaia, a quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.

7 Non userai  את eth- il nome di YAHUAH, Elohayka, invano, perché YAHUAH את eth non lascerà impunito chi usa את eth il suo nome invano.

8 Ricordati את eth del giorno di Shabbath per santificarlo.

9 Lavorerai sei giorni e in essi farai ogni tuo lavoro;

10 ma il settimo giorno è Shabbath, sacro a Yahuah, Elohayka; non farai in esso alcun lavoro, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né il forestiero che è dentro alle tue porte;

11 poiché in sei giorni Yahuah  את eth fece i cieli את eth e la terra, את eth il mare e את eth tutto ciò che è in essi, e il settimo giorno si riposò; perciò Yahuah  ha benedetto את eth il giorno di Shabbath e l'ha santificato.

12 Onorerai את eth tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano lunghi sulla terra che Yahuah Elohayka, ti dà.

13 Non ucciderai.

14 Non romperai il matrimonio.

15 Non ruberai.

16 Non farai falsa testimonianza contro il tuo prossimo.

17 Non desidererai la casa del tuo prossimo; non desidererai la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna che sia del tuo prossimo».

Shemoth (Esodo) 24:12 
Poi Yahuah disse a Mosheh: «Sali da me sul monte e rimani là; e io ti darò את eth delle tavole di zaffiro, la Torah e i comandamenti che ho scritti, perché tu li insegni loro».

Shemoth (Esodo) 34:28 
Così Mosheh rimase là con Yahuah quaranta giorni e quaranta notti; non mangiò pane né bevve acqua. E scrisse sullo zaffiro את eth le parole del patto, i dieci Devariym.

Devariym (Deuteronomio) 5:2
את eth-Queste parole disse Yahuah a tutta la vostra assemblea sul monte, di mezzo al fuoco, alla nuvola e a densa oscurità, con voce forte; e non aggiunse altro. Le scrisse su due tavole di zaffiro e le diede a me.

In questo scritto, vediamo che l' elenco - Dieci Devariym - è stato impresso su pietre.

In Devariym 5:22, ci viene detto da Strong's che due parole possono essere trovate nel testo Masoretico sottostante, che in realtà non ci sono. Una parola è natan (נתן) quando la parola effettivamente trovata è v’i’taniym (וַיִּתְּנֵם); la seconda è la parola luach (לוח), quando in realtà la parola è lach’oth (לֻחֹֻחֹ). Nel primo caso, non cambia veramente il significato del verso. Ma il secondo è importante, in quanto è la forma plurale della parola lach (לַח) (H3892), che significa fresco/nuovo o inutilizzato.

Quindi nel passaggio che viene tradotto come tavolette di pietra troviamo il sottostante Ivriyt per dire:

עַל־שְׁנֵי לֻחֹת אֲבָנִים

Questo si traslittera come: Al-sheniy lach’oth ebeniym, che significa su due pietre non tagliate (non utilizzate, non tagliate).

In Esodo 34:28, vediamo la parola scelta da Strong's luach (לוח), o la parola che significa non tagliate, cioè lach’oth (לֻחֹת)? Porzione applicabile:

וַיִּכְתֹּב עַל־הַלֻּחֹת אֵת דִּבְרֵי

Traslitterazione: v'y'kathab al-ha’lach' oth eth devari. E ha scritto la parola su quelli non tagliati.

E in Esodo 24:12 vediamo quanto segue:

אֶת־לֻחֹת הָאֶבֶן וְהַתּוֹרָה וְהַמִּצְוָה אֲשֶׁר כָּתַבְתִּי לְהוֹרֹתָם׃

Eth lach’oth ha’eben v’ha’torah, v’ha' mitsvoth asher cathab’othi ‘I’ha’y’ratham.

La pietra nuova non tagliata, e la Torah, e i comandamenti, che sono scritti per il suo legame.

Quindi, come possiamo vedere, tavole non è affatto la parola giusta! Piuttosto è lach’oth (non tagliate /nuove [fem. Plural]).Ora la domanda diventa: quale pietra non tagliata è stata usata per imprimere questa Torah, questi comandamenti? Torniamo da dove abbiamo iniziato:

Shemoth (Esodo) 24:9-10
Quindi salirono Mosheh, Aharon, Nadav e Aviyhu e settanta degli anziani di Yashar'el: 10 E videro את eth Elohai di Yashar'el: Sotto i suoi piedi c'era come un pavimento lavorato di zaffiro, della chiarezza del corpo del cielo stesso.

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

Chazon (Revelation) 1:8

I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.

Read More

Baruch Sheniy (2 Baruch) 51:8-9

For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.

Read More

Ezra Reviy'iy (4 Ezra/2 Esdras) 2:35

Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.

Read More

Devariym (Deuteronomy) 11:26-28

Behold, I set before you this day a blessing and a curse; A blessing, if ye obey the commandments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known.

Read More

Shemoth (Exodus) 20:11

For in six days Yahuah made the heavens and the earth, the sea, and all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed the day of Shabbath, and hallowed it.

Read More

Bere'shiyth (Genesis) 1:1

In the beginning Elohiym created את the heavens and אתthe earth.

Read More

Yesha'yahu (Isaiah) 14:12

How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!

Read More

Yirmeyahu (Jeremiah) 31:31

Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the house of Yashar’el, and with the house of Yahudah.

Read More

Besorah Yochanon (John) 1:1

In the beginning was the Word, and the Word was with את Elohiym, and Elohiym was the Word.

Read More

Besorah Yochanon (John) 3:16

For Elohiym so loved the world, that he gave his yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.

Read More

Besorah Yochanon (John) 14:21

He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him.

Read More

Vayiqra (Leviticus) 23:4

These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 1:21

And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 6:11-12

Give us this day our daily bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who transgress against us.

Read More

Bemidbar (Numbers) 6:24-26

Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace.

Read More

Philippiym (Philippians) 2:10-11

That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha’Mashiach, to the glory of Elohiym the Father.

Read More

Tehilliym (Psalms) 23:1-2

Yahuah is my Shepherd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters.

Read More

Tehilliym (Psalms) 91:1-2

He who dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust.

Read More

Chazon (Revelation) 13:18

Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .

Read More

Romaiym (Romans) 8:38-39

For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.

Read More

Qorintiym Ri'shon (I Corinthians) 13:13

And now abides faith, hope, love, these three; but the greatest of these is love.

Read More

Makkabiym Reviy'iy (4 Maccabees) 9:7-9

Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.

Read More

Daniy'el (Daniel) 12:1

And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.

Read More

Chanoch (Enoch) 105:14-15

A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction shall take place in one year. This child, who is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.

Read More

Yo'el (Joel) 2:28

And it shall come to pass afterward, that I will pour out my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.

Read More