Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Il Ramo

Autore: Pietro Nencioni / 8.25.2019

Iniziamo con l'istruzione di costruire la menorah:

Shemoth (Esodo) 25:31-40
Farai anche una menorah d'oro puro; la menorah, il suo piede e il suo tronco saranno lavorati al martello; i suoi calici, i suoi pomi e i suoi fiori saranno tutti di un sol pezzo. 32 Dai suoi lati usciranno sei rami: tre rami della menorah da un lato e tre rami della menorah dall'altro; 33 su un ramo saranno modellati tre calici in forma di mandorla, con un pomo e un fiore, e sull'altro ramo tre calici in forma di mandorla, con un pomo e un fiore. Così sarà fatto per i sei rami che escono dalla menorah. 34 Nel tronco della menorah ci saranno quattro calici in forma di mandorla, coi loro pomi e i loro fiori. 35 Ci sarà un pomo sotto i due primi rami uscenti da esso, un pomo sotto gli altri due rami uscenti da esso, e un pomo sotto i due ultimi rami uscenti da esso: così sarà fatto per i sei rami uscenti dalla menorah. 36 Questi pomi e questi rami, formeranno il tutto, sarà d'oro puro lavorato col martello. 37 Farai pure le sue את eth-sette lampade, lampade che saranno sistemate in modo tale da far luce sul davanti della menorah. 38 E i suoi smoccolatoi e i suoi portasmoccolature saranno d'oro puro. 39 la menorah sarà fatto con un talento d'oro puro, את eth-con tutti questi suoi utensili. 40 E vedi di fare ogni cosa secondo il modello che ti è stato mostrato sul monte».

Qui appare questo candelabro molto interessante chiamato menorah, un artefatto direttamente istruito da YAH per essere realizzato. Questa menorah non è un idolo o un'immagine di qualcosa altrimenti proibito, ma piuttosto il detentore della luce sacra, che rivela così tanto. Considereremo molte di queste rappresentazioni in questo blog, si spera, che riveleranno la settuplice dottrina della sua intera creazione.

Questo post, tuttavia, riguarda il ramo. La parola usata in questo passaggio per descrivere i rami della menorah è la parola קָנֶה “qaneh”, che significa stelo, canna o ramo. Questa parola, sebbene sia utile nel descrivere la nostra menorah, non è la parola che stiamo cercando qui.

Zakaryahu (Zaccaria) 3: 8-10
Ascolta ora, o Yahusha sommo sacerdote, tu e i tuoi simili che siedono dinanzi a te; poiché sono uomini meravigliati: ecco, io susciterò את eth-il mio servo il RAMO (צֶ֫מַח tsemach). 9 Poiché ecco la pietra che ho posta davanti a Yahusha; su una pietra ci saranno sette occhi: ecco, io inciderò la sua iscrizione, dice YAHUAH TSEVA'OTH, e rimuoverò את et-l'iniquità di quella terra in un giorno. 10 In quel giorno, dice YAHUAH TSEVA'OTH, chiamerà ogni uomo il suo vicino sotto la vite e sotto il fico.

Come potete immaginare, sono molto parziale su questo passo (ne ho già scritto in precedenza), perché fa riferimento alla settuplice dottrina della sua intera creazione (un soggetto di cui parleremo). Date un'occhiata a questa pietra scoperta di recente nel nord di Israele, che si pensa sia del periodo intorno al primo secolo in epoca gregoriana:

Trovo che questa pietra sia particolarmente interessante, in quanto indica sia una menorah che il seme della vita (al centro, in alto). Questo seme della vita raffigura sette sfere congiunte, con solo il cerchio centrale visualizzato (e gli incroci degli altri cerchi all'interno). Questo simbolo - il seme della vita - può essere la rappresentazione dell'incisione dei sette occhi.

Qui, in Zakaryahu (Zaccaria) 3, abbiamo il riferimento allo “tsemach” - il RAMO - che è chiamato servo di YAHUAH. Anche se l'iniquità sarà rimossa in un giorno, il lavoro che farà il servo, tuttavia, non sarà descritto finché non arriveremo a Zakaryahu (Zaccaria) 6.

חמַצֶ tsemach significa un ramo germinato. Strong's 6780.

Zakaryahu (Zaccaria) 6: 9-15
E la Parola di YAHUAH venne a me, dicendo: 10 Prendili dalla schiavitù, perfino da Chelday, da Toviyahu e da Yeda`yah, che vengono da Babele, e vieni lo stesso giorno, ed entra in casa di Yo'shiyahu figlio di Tsephanyahu; 11 Poi prendi l'argento e l'oro, e crea delle corone, e mettile sulla testa di Yahusha, figlio di Yahutsadaq, il sommo sacerdote; 12 E parla a lui, dicendo: Così parla YAHUAH TSEVA'OTH, dicendo: Ecco l'uomo il cui nome è IL RAMO (צֶ֫מַח tsemach).; e crescerà fuori dal suo posto, ed edificherà את et-il Tempio di YAHUAH: 13 Anche lui costruirà את et-il Tempio di YAHUAH; e porterà la gloria, e siederà e regnerà sul suo trono; e sarà un sacerdote sul suo trono: e il consiglio di pace sarà tra di loro. 14 E le corone saranno per Helem, e per Toviyahu, e per Yeda`yah, e per Chen figlio di Tsephanyahu, per un memoriale nel tempio di YAHUAH. 15 E quelli che sono lontani verranno e costruiranno nel Tempio di YAHUAH, e voi saprete che YAHUAH TSEVA'OTH mi ha mandato a voi. E ciò avverrà, se obbedirete diligentemente alla voce di YAHUAH ELOHAYKEM.

Yeshayahu è il primo a predire la venuta di questo RAMO, e dà il suo lignaggio, tuttavia la parola usata che è interpretata correttamente come Ramo non è tsemach, ma netser e porta con sé un significato leggermente diverso.

Yesha`yahu (Isaia) 11:1
E uscirà una verga dal fusto di Iesse, e un ramo נֵ֫צֶר (netser) crescerà dalle sue radici:

Strong's 5342, נֵ֫צֶר netser significa un germoglio, un discendente o un ramo. Ma paragonalo a Strong's 5341, נָצַר natsar, che significa custodire; osservatore. Nota che entrambi sono scritti in modo identico.

Yesha`yahu (Isaia) 60:21
Anche il tuo popolo (am) sarà giusto (tzadiq): erediteranno la terra per sempre, il ramo נֵ֫צֶר da me piantato, l'opera della mia mano, affinché io possa essere glorificato.

Ora vediamo. Lo “tsemach” è il RAMO che è il servo di YAHUAH, e il “netzer” (rami o osservatori) sono i suoi giusti (tzadiq) persone, la gente della sua semina e il lavoro della sua mano. Continuiamo:

Yirmeyahu (Geremia) 23:5
Ecco, i giorni vengono, dice YAHUAH, che farò sorgere a Davide un Giusto (tzadiq) Ramo (tsemach), e un Re (melech) regnerà e prospererà, ed eseguirà giudizio e giustizia sulla terra.

Yirmeyahu (Geremia) 33:15
In quei giorni e in quel tempo farò germogliare un ramo (tsemach) per Davide un germoglio di giustizia (tsediqah) , che eserciterà giudizio e giustizia nel paese

Consideriamo, per un solo istante, la parola ebraica per la città chiamata Nazareth e il suo significato. In primo luogo, la città è chiamata (נצרת) che nell'epoca moderna è pronunciata Nazareth, ma potrebbe facilmente essere stata pronunciata Nazaroth o, ancora meglio, netzer'oth, che significa rami (fem plurale). Una persona di Nazareth era chiamata nella traduzione, il Nazareno (vedere Mattithyahu 2:23), ma in Ebraico tale persona sarebbe stata chiamata Netseri, scritto  (נצרי). Molte persone di tale città renderebbero questa parola plurale e quindi si chiamerebbero Netseriym, scritto in Ebraico (נצרים), abbastanza interessante, il plurale maschile di entrambi, rami e osservatori, e coloro che seguono il Nazareno. Questo è il motivo per cui nella Eth Cepher si legge come segue in Yahuchanon 15.

Yahuchanon (Giovanni) 15:5-12
Io sono la vite (tsemach), voi siete i tralci (Netseriym); chi dimora in me e io in lui, porta molto frutto, poiché senza di me non potete far nulla. 6 Se uno non dimora in me, è gettato via come il tralcio (kippah – un ramo di palma) e si secca; poi questi tralci si raccolgono, si gettano nel fuoco e sono bruciati. 7 Se dimorate in me e le mie parole dimorano in voi, domandate quel che volete e vi sarà fatto. 8 In questo è glorificato il Padre mio, che portiate molto frutto, e così sarete miei discepoli (Talmidiym). 9 Come il Padre ha amato me, così io ho amato voi; dimorate nel mio amore. 10 Se osservate i miei comandamenti, dimorerete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e dimoro nel suo amore. 11 Vi ho detto queste cose, affinché la mia gioia dimori in voi e la vostra gioia sia piena. 12 Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi.

Strong's 3712. kiה kippah, che significa una foglia di palma: -ramo.

Infine, considera le parole di Pilato come esposte in Yahuchanon 19:19 (1 è il numero di YAH nella sua interezza (echad), e 9 è la finalità del suo lavoro - o, la comprensione della gematria può essere riassunta nelle due lettere ebraiche aleph e tav, vale a dire, l'inizio e la fine).

Yahuchanon (Giovanni) 19:19-22
Or Pilato fece anche un'iscrizione e la pose sulla croce; e vi era scritto: "YAHUSHA IL NETSERIY, IL RE DEI YAHUDIYM". 20 Così molti dei Yahudiym lessero questa iscrizione, perché il luogo dove YAHUSHA fu crocifisso era vicino alla città; e quella era scritta in Ivriyt, in Yavaniy e in latino. 21 Perciò i capi dei sacerdoti dei Yahudiym dissero a Pilato: «Non scrivere: "Il re dei Yahudiym", ma che egli ha detto: "Io sono il re dei Yahudiym"». 22 Pilato rispose: «Ciò che ho scritto, ho scritto»

Ora, in ebraico, si legge così:

(YAHUSHA H’NETZERI V’MELEK H’YAHUDIYM):

יושע

הנצר

ומלך

היהודים

https://www.cepher.net/blog.aspx?post=723&title=The-Branch

Posted by Stephen Pidgeon on Wednesday, October 29, 2014 at 6:46 AM

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

Chazon (Revelation) 1:8

I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.

Read More

Baruch Sheniy (2 Baruch) 51:8-9

For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.

Read More

Ezra Reviy'iy (4 Ezra/2 Esdras) 2:35

Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.

Read More

Devariym (Deuteronomy) 11:26-28

Behold, I set before you this day a blessing and a curse; A blessing, if ye obey the commandments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known.

Read More

Shemoth (Exodus) 20:11

For in six days Yahuah made the heavens and the earth, the sea, and all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed the day of Shabbath, and hallowed it.

Read More

Bere'shiyth (Genesis) 1:1

In the beginning Elohiym created את the heavens and אתthe earth.

Read More

Yesha'yahu (Isaiah) 14:12

How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!

Read More

Yirmeyahu (Jeremiah) 31:31

Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the house of Yashar’el, and with the house of Yahudah.

Read More

Besorah Yochanon (John) 1:1

In the beginning was the Word, and the Word was with את Elohiym, and Elohiym was the Word.

Read More

Besorah Yochanon (John) 3:16

For Elohiym so loved the world, that he gave his yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.

Read More

Besorah Yochanon (John) 14:21

He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him.

Read More

Vayiqra (Leviticus) 23:4

These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 1:21

And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 6:11-12

Give us this day our daily bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who transgress against us.

Read More

Bemidbar (Numbers) 6:24-26

Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace.

Read More

Philippiym (Philippians) 2:10-11

That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha’Mashiach, to the glory of Elohiym the Father.

Read More

Tehilliym (Psalms) 23:1-2

Yahuah is my Shepherd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters.

Read More

Tehilliym (Psalms) 91:1-2

He who dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust.

Read More

Chazon (Revelation) 13:18

Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .

Read More

Romaiym (Romans) 8:38-39

For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.

Read More

Qorintiym Ri'shon (I Corinthians) 13:13

And now abides faith, hope, love, these three; but the greatest of these is love.

Read More

Makkabiym Reviy'iy (4 Maccabees) 9:7-9

Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.

Read More

Daniy'el (Daniel) 12:1

And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.

Read More

Chanoch (Enoch) 105:14-15

A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction shall take place in one year. This child, who is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.

Read More

Yo'el (Joel) 2:28

And it shall come to pass afterward, that I will pour out my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.

Read More