To visit our sister company Cepher Academy, please click here.

×

Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Chi è adesso Leviy? Parte 7 – Gli zingari (Gypsies)?

Autore: Pietro Nencioni / 5.24.2022

 

Il termine "Gypsy" è comunemente usato come designazione per le persone il cui nome etnico corretto è Rom. Tuttavia, la stessa parola è usata anche per indicare diversi gruppi non Rom il cui stile di vita è apparentemente simile; come alcuni “Viaggiatori” e altre persone itineranti. Sono gruppi distinti.

I Rom sono una comunità etnica ben definita, composta da gruppi e sottogruppi aventi un'origine comune e modelli culturali comuni? che in molti casi sono stati modificati o adattati, secondo la terra di soggiorno e altre circostanze lungo la storia. C'è una legge per il Rom comune. La lingua e il grado di osservanza della “Zakono” (la legge dei Rom) sono essenziali per il più grande gruppo di Rom del mondo. Tenendo conto delle aree geografiche e della popolazione, ci sono tre blocchi principali e alcuni gruppi autonomi che non possono essere inclusi in nessuno di essi:

  1. Rom orientali, rappresentati principalmente (per numero e distribuzione geografica) da gruppi legati a Kalderaš/Curari/Lovari;

  2. Rom dell'Europa centrale: famiglie Sinti e Romanichel;

  3. Calé (Rom Spagnoli e Portoghesi).

Ci sono anche altri gruppi di Rom: Khoraxané, Boyaš, Rom dei Carpazi, Kaale, Rom dell'Italia meridionale, Rom dei Balcani, Rom Greci, Lom Armeni, ecc. Questa prima classifica generale si riferisce ai Rom europei, che sono la stragrande maggioranza (le comunità nel continente Americano e in alcune altre aree del mondo discendono dai Rom Europei).

I nomi etnici Rom derivano dalle regioni del Caucaso e dell'Anatolia orientale, dove i Rom soggiornarono prima di raggiungere l'Europa in almeno due modi? uno attraversa il Bosforo e l'altro va a nord attraverso il bacino del Volga-Don in Russia. I Rom erano visti dalla gente del posto in associazione con i Magi e venivano spesso chiamati "Kaldu" o "Kalyb" ("Caldei", nazione originaria dei Magi del Medio Oriente). Questi termini sono stati applicati loro da persone non Rom, tuttavia.

I Ruska Rom sono un gruppo endogamico che osserva la legge sui Rom. Sono i principali rappresentanti della cultura rom in Russia, con molte famiglie di artisti famosi, musicisti, ballerini e hanno stabilito il proprio stile popolare e modelli artistici. Il commercio di cavalli è un'altra delle loro professioni ancestrali. Una caratteristica distintiva di questo gruppo, unico tra i Rom, è che l'arruolamento nell'esercito non è insolito tra loro, una tradizione che mantengono dal passato, quando tra i cosacchi furono trovati uomini di etnia Rom.

Gruppo Sinti / Manuš

I “Rom Germanici” sono anche conosciuti come “Sinti”. Chiamano la loro lingua “Romanes” e applicano l'etnonimo “Sinti” a tutti i Rom. I Sinti sono un gruppo Rom, non un popolo diverso. Il loro etnonimo originario era “Manuš” (che è ancora la denominazione dei Sinti francesi, “Manouches”), termine che in Romanì significa “essere umano”? ancora più generale di "rom".

I sottogruppi Sinti sono definiti per aree storico-geografiche:

Gáckane, detti anche Teyc, sono i Sinti della Germania, presenti anche in tutti i paesi limitrofi e in Italia. La loro élite è rappresentata dagli Eftavagarya (i ″Sette Carovane″), il clan familiare più numeroso, solitamente di cognome Reinhardt, a cui appartengono musicisti e artisti eccezionali.

Estraxarya (da “Éstraxa”, Österreich), sono gli abitanti Sinti dell'ex impero Austro-Ungarico, ancora presenti negli stessi territori storici, ovvero Austria, Nord Italia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Slovenia, Croazia, Bosnia, Serbia, Transilvania e Ucraina occidentale.

Lalere: I Sinti Cechi furono quasi completamente sterminati nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale, i pochi rimasti si trasferirono in Germania dopo la fine della guerra.

Válštike, meglio conosciuti come Manuš o Manouches, sono i Sinti di Francia, in realtà una propaggine dei Gáckane, che si stabilirono in Francia. Sono anche grandi musicisti, tanto che il Gypsy Jazz è anche conosciuto come Jazz Manouche.

I Piamontákeri sono i Sinti dell'Italia Nordoccidentale, che hanno sviluppato la propria identità di sottogruppo Sinti, e sono importanti custodi dell'antico dialetto Piemontese, sempre meno parlato dai loro madrelingua Italiani. In compenso, hanno quasi perso il loro dialetto Sinti-rom. Sono presenti anche in Provenza.

Sinti Lombardi e Veneti: una propaggine degli Estraxarya, i Sinti dell'Italia Nord-Orientale che un tempo erano sotto il dominio Austriaco, hanno sviluppato un'identità separata e il loro dialetto ha adottato una struttura Nord-Italiana, quindi non è facile da capire reciprocamente con gli altri Sinti.

La Roma/Sinti Zakono (legge) è riassunta da diversi ricercatori. Il seguente elenco delle leggi seguite dai detti Rom o Sinti, è tratto dall'indirizzo del sito web: http://dnaconsultants.com/_blog/DNA_Consultants_Blog/post/Do_You_Have_Gypsy_Matches/

Usanze e credenze dei Rom e dei Sinti

Monoteismo rigoroso simile agli Ebrei

Mantenere santo il settimo giorno

Accendere le candele la sera di Parashat (venerdì)

Bestemmiare è un peccato, come maledire un anziano

Beng (Satana) il nemico di Dio e del popolo Rom

Il Maligno chiamato bivuzhó (impuro) e bilashó

Codice di diritto

Nessuna classe sociale, solo una divisione in Rom e Gadje (non Rom)

Una corte di giustizia chiamata Kris (Consiglio giudiziario), composta da rappresentanti dei clan come giudici

Sia uomini che donne prestano servizio su Kris

Questioni tra Rom da giudicare solo dal Kris, non da Gadje

Tutta i Rom uguali davanti agli occhi del Kris

Credenza nella vendetta di sangue e pagamento compensativo per il clan della vittima

Esilio dal territorio del clan della vittima per illeciti

Decadenza della protezione se il trasgressore esiliato rientra

I Rom nemmeno riconoscono o salutano chi è bandito

Maledetto o bandito chiamato mahrimé (impuro)

Il Rom non chiede interessi per prestiti ad altri Rom, solo a Gadje

Sessualità, matrimonio e parto

La nudità è un tabù, consentita solo tra marito e moglie

Mostrare le gambe nude davanti a un anziano è irrispettoso

L'omosessualità è un abominio

Non è consentito indossare abiti del sesso opposto, nemmeno per scherzo o travestimento

La verginità prima del matrimonio è essenziale

I segni della verginità mostrati all'assemblea dopo il matrimonio

Prostituzione fortemente condannata

Tabù dell'incesto, definito allo stesso modo della legge mosaica (compresi fratellastri e suoceri)

È consentito sposare tuo cugino

I membri del Kris devono essere sposati

La mancanza di un coniuge rende incompleto un uomo o una donna

La famiglia dello sposo paga la dote alla famiglia della sposa

La dote per una vedova è la metà di quella per una vergine

Un uomo che disonora una donna dovrebbe comunque pagare la dote alla sua famiglia

Coppie in fuga considerate legittimamente sposate

Matrimonio endogamico, anche all'interno dello stesso clan

Clan riconosciuto da un antenato comune nel giro di poche generazioni

Divorzio ammesso: il marito manda fuori la moglie o lei se ne va

Nuovo matrimonio previsto dopo il divorzio

Legge di levirato praticata (Deut. 25:5-6)

Devariym (Deuteronomio) 25:5-6
Se i fratelli abitano insieme e uno di loro muore e non ha figli, la moglie del morto non si sposerà senza un estraneo: il fratello di suo marito entrerà da lei, la prenderà in moglie e adempirà il dovere del fratello del un marito di lei. 6 E avverrà che il primogenito che ella avrà succederà nel nome di suo fratello che è morto, cosi che il suo nome non sarà cancellato da Israele.

Il parto impuro, deve avvenire fuori casa

Madre che partorisce isolata con il bambino per sette giorni rigorosamente, seguiti da 33 giorni di isolamento meno stretto (cfr Lv 12,2.4-5)

Vayiqra (Levitico) 12:2-5
Parla ai figli d'Israele, dicendo: Se una donna ha concepito un seme e ha partorito un maschio, allora sarà impura per sette giorni; nei giorni della separazione per la sua infermità ella sarà impura. 3 E nell'ottavo giorno la carne del suo prepuzio sarà circoncisa. 4 E poi continuerà nel sangue della sua purificazione per trenta giorni; non toccherà nulla di santificato, né entrerà nel santuario, finché i giorni della sua purificazione non siano compiuti. 5 Ma se ella partorirà una serva, sarà impura per due settimane, come nella sua separazione; e vivrà nel sangue della sua purificazione sessantasei giorni.

La neomamma non può presentarsi in pubblico o partecipare alle funzioni religiose

Rituali funebri e di lutto

Morto da seppellire intatto (autopsia o cremazione sacrilega)

Parenti stretti dei morti impuri per sette giorni

Non toccare un cadavere

Alla famiglia e ai parenti del defunto è vietato fare il bagno, pettinarsi i capelli, tagliarsi le unghie per tre giorni

Il terzo giorno dopo la morte, il parente deve lavarsi accuratamente, e poi non di nuovo fino al settimo giorno

Tutto il cibo nella casa in cui una persona è morta viene gettato via come contaminato

Il terzo giorno dopo la morte, la casa viene purificata ("le ceneri dell'incendio del peccato") e una vergine ne asperge acqua corrente

La stessa cerimonia si è ripetuta il settimo giorno dopo una morte, con cibo portato alle persone in lutto da un'altra dimora

Le persone in lutto restano a casa

Seduti su sgabelli bassi

Specchi coprenti

Non utilizzare oli o profumi o cosmetici

Non indossare vestiti nuovi

Non ascoltare musica ad alto volume

Non dipingere, cucinare e nè salutare le persone

Il lutto del giorno è stato esteso dopo la cerimonia di commemorazione del settimo giorno fino al trentesimo giorno

Un'altra cerimonia commemorativa il trentesimo giorno, a chiusura del rigido periodo di lutto

Credenze nell'aldilà

La morte è definitiva, nessuna reincarnazione o ritorno

L'anima va in paradiso o all'inferno

Purezza e impurità

Concetto di marimé (simile a kashrut)

Parte inferiore del corpo e cose ad essa associate impure

Dormire considerato uno stato impuro

Non salutare nessuno al risveglio finché non si lava

Irrispettoso salutare chiunque sia in uno stato impuro

Cani e gatti impuri

Cavalli, asini o animali da equitazione impuri

Animali carnivori impuri

Evitare la carne di cavallo

Scarpe, pantaloni, calze, gonne, pantaloni, ecc. impuri

Il campo è puro

Servizi igienici costruiti fuori casa

I vestiti per la parte inferiore del corpo e le donne mestruate vengono lavati separatamente

Stoviglie lavate in un luogo diverso dai vestiti

Altre pratiche

Usanza dell'elemosina , chiedendo favori a Gadje (Goyim o Gentili)

Dipingere gli stipiti delle abitazioni con sangue animale per proteggersi dall'angelo della morte

Invocare il profeta Eliyahu, in particolare quando si vedono fulmini o si sentono tuoni

Il primogenito considerato una benedizione speciale per la famiglia

Portare i baffi

Mano sinistra relativa al pubblico dominio (Gadje), impura

Piatti e tazze separati per Gadje

Mangiare solo animali macellati ritualmente (Kosher)

La calunnia considerata un reato molto grave, che valeva la pena portare al Kris

Mancanza di fede nella divinazione (contrariamente alla visione generale degli zingari)

Pratica dei Tarocchi e delle Sfere di Cristallo solo per Gadje

Avere un nome gitano oltre a un nome civile

Nomi che siaono Ebraici, Greci, Russi, Spagnoli, Ungheresi, Persiani, mai Indiani o Indù

Il manzo è il cibo preferito

Interesse per la corrida

Musica e balli mediorientali con cetre, ecc. (Flamenco in Spagna)

Unghie delle mani e unghie dei piedi limate con una tavola smeriglio, non con un clipper

Andare in una chiesa chiamata Filadelfia (Fratellanza)

http://dnaconsultants.com/_blog/DNA_Consultants_Blog/post/Do_You_Have_Gypsy_Matches/#sthash.iob2Udeb.dpuf

Una costante tra i Rom ei Sinti è la perpetua mancanza di eredità nella terra, eppure mantengono l'eredità del sacrificio di lode. Non sono i Leviyiym?

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

Chazon (Revelation) 1:8

I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.

Read More

Baruch Sheniy (2 Baruch) 51:8-9

For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.

Read More

Ezra Reviy'iy (4 Ezra/2 Esdras) 2:35

Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.

Read More

Devariym (Deuteronomy) 11:26-28

Behold, I set before you this day a blessing and a curse; A blessing, if ye obey the commandments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known.

Read More

Shemoth (Exodus) 20:11

For in six days Yahuah made the heavens and the earth, the sea, and all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed the day of Shabbath, and hallowed it.

Read More

Bere'shiyth (Genesis) 1:1

In the beginning Elohiym created את the heavens and אתthe earth.

Read More

Yesha'yahu (Isaiah) 14:12

How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!

Read More

Yirmeyahu (Jeremiah) 31:31

Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the house of Yashar’el, and with the house of Yahudah.

Read More

Besorah Yochanon (John) 1:1

In the beginning was the Word, and the Word was with את Elohiym, and Elohiym was the Word.

Read More

Besorah Yochanon (John) 3:16

For Elohiym so loved the world, that he gave his yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.

Read More

Besorah Yochanon (John) 14:21

He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him.

Read More

Vayiqra (Leviticus) 23:4

These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 1:21

And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 6:11-12

Give us this day our daily bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who transgress against us.

Read More

Bemidbar (Numbers) 6:24-26

Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace.

Read More

Philippiym (Philippians) 2:10-11

That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha’Mashiach, to the glory of Elohiym the Father.

Read More

Tehilliym (Psalms) 23:1-2

Yahuah is my Shepherd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters.

Read More

Tehilliym (Psalms) 91:1-2

He who dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust.

Read More

Chazon (Revelation) 13:18

Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .

Read More

Romaiym (Romans) 8:38-39

For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.

Read More

Qorintiym Ri'shon (I Corinthians) 13:13

And now abides faith, hope, love, these three; but the greatest of these is love.

Read More

Makkabiym Reviy'iy (4 Maccabees) 9:7-9

Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.

Read More

Daniy'el (Daniel) 12:1

And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.

Read More

Chanoch (Enoch) 105:14-15

A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction shall take place in one year. This child, who is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.

Read More

Yo'el (Joel) 2:28

And it shall come to pass afterward, that I will pour out my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.

Read More