To visit our sister company Cepher Academy, please click here.

×

Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Sulla Canonicità: Il Concilio di Laodicea – Parte 5

Autore: Pietro Nencioni / 9.15.2021

 

Il concilio di Laodicea (~ 363) afferma nel canone 29:

I Cristiani non devono giudaizzare riposando di Sabbath (sabato), ma devono lavorare in quel giorno, piuttosto onorando il Giorno del Signore (Domenica); e, se possono, riposarsi poi come Cristiani. Ma se si troverà che sono giudaizzanti, siano anatemi da Cristo.

Bene, diamoci da fare, vero?

Si sostiene che il Nuovo Testamento distingua il Giorno del Signore dal Sabbath e che il Giorno del Signore commemori il giorno della Risurrezione. Prima di tutto, l'uso della parola “Signore” ha il suo problema.

Il Dizionario di Strong 1166 e 1167 , definisce il termine ba'al come un maestro; quindi, un marito, o signore. La parola che viene tradotta come Signore nella maggior parte delle edizioni inglesi è il Tetragramma stesso, che non include alcun riferimento all'essere signore o maestro.

Husha (Osea) 2:16
E sarà in quel giorno, dice Yahuah, che mi chiamerai Yish'iy (il mio uomo); e non mi chiamerà più Ba'aliy (mio Signore).

Ora, naturalmente, c'è un secondo uso della parola Signore (rispetto alla parola Signore) che è stato messo al posto della parola Adonai. Strong descrive il suo uso per significare sovrano, cioè controllore (umano o divino): signore, padrone, proprietario.

Quindi, quando parliamo del giorno del Signore, stiamo parlando di Ba`al o Adonai?

Ora ci sono diversi riferimenti al giorno del Signore e al giorno della Resurrezione in cui i nostri teologi si riposano per proclamare che il culto Cristiano è correttamente stabilito la Domenica (il giorno del Sole) piuttosto che il Sabbath, il settimo giorno della settimana. Diamo un'occhiata. Cominciamo con

Mattithyahu (Matteo) 28:1
Dopo la fine dello Shabbath, mentre cominciava ad avvicinarsi allo Shabbath del giorno successivo, vennero Miryam di Migdal e l'altra Miryam a vedere il sepolcro.

Ora, quello che leggi nella maggior parte delle versioni della Bibbia dice invece qualcosa del genere:

Alla fine del sabato, all'alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l'altra Maria vennero a vedere il sepolcro.

Beh, abbiamo un po' di discrepanza, non lo sapevi?

Il passaggio come esposto nell'Eth Cepher è il più coerente con lo Stephanus Textus Receptus, che non usa la frase "il primo giorno della settimana" ma usa la parola sabbaton per la seconda volta. Questo non è riconoscibile da coloro che hanno chiuso le orecchie all'ascolto della Torah. Come è possibile avere due Sabbath di fila? Prima di rispondere a questa domanda, continuiamo con le scritture offerte come testi di prova che il giorno del Signore è il primo giorno della settimana, che è per ammissione la Domenica (il giorno del Sole).

Marqus (Marco) 16:1-2
E quando lo Shabbath fu passato, Miryam di Migdal, e Miryam la madre di Ya`aqov, e Shalom, comprarono aromi dolci, affinché potessero venire e ungerlo. 2 E molto presto la mattina dello Shabbath del giorno successivo, vennero al sepolcro al sorgere del sole.

Eppure nella maggior parte delle traduzioni troviamo quanto segue:

Marco 16:1 Passato il sabato, Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo e Salome comprarono aromi dolci per venire a ungerlo. 2 E molto presto la mattina del primo giorno della settimana, vennero al sepolcro al levare del sole.

Abbiamo di nuovo lo stesso problema, in cui la frase il primo giorno della settimana non appare, ma è interpretata da un'inferenza. Continuiamo:

Marqus (Marco) 16:9
Ora Yahusha è risorto nel primo Shabbath, è apparso per primo a Miryam di Migdal, da cui aveva scacciato sette demoni.

Luqas (Luca) 24:1
Non essendo più Shabbath, la mattina molto presto, vennero al sepolcro, portando con sé gli aromi che avevano preparato, e alcuni altri con loro.

Ora di nuovo, questo non è quello che leggi nella tua Bibbia. Invece leggi così:

Luca 24:1 Il primo giorno della settimana, di buon mattino, vennero al sepolcro, portando con sé gli aromi che avevano preparato e alcuni altri.

Eppure, la frase, il primo giorno della settimana non compare; invece trovi la parola sabbaton. Continuiamo:

Yochanon (Giovanni) 20:1
Non essendo più Shabbath, Maria di Màgdala venne di buon'ora, quando era ancora buio, al sepolcro, e vide la pietra tolta dal sepolcro.

Confronta con quanto di solito esposto:

Giovanni 20:1 Il primo giorno della settimana Maria Maddalena viene di buon'ora, quando era ancora buio, al sepolcro, e vide la pietra tolta dal sepolcro.

Yochanon (Giovanni) 20:19
Poi lo stesso giorno di sera, essendo uno di Shabbathoth, quando le porte dove i Talmidiym erano radunati per paura degli Yahudiym erano chiuse, venne Yahusha e si fermò in mezzo e disse loro: Pace a voi.

Giovanni 20:19 Allora lo stesso giorno, la sera, che era il primo giorno della settimana, quando erano chiuse le porte dove erano radunati i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: Pace a tutti .

Ancora una volta, hai questa frase il primo giorno della settimana, che semplicemente non appare affatto nel testo. Dato il contenuto come effettivamente esposto - essendo uno degli Shabbathot, ci rivelerà ancora una volta l'effettivo tempismo di tutti questi eventi.

Di nuovo, viene offerto un altro testo di prova; questa volta dagli scritti di Pa'al (Sha'ul):

Qorintiym Ri'shon (1 Corinzi) 16:2
Durante lo Shabbath ognuno di voi metta qualcosa da parte , come Elohiym lo ha fatto prosperare, cosi che non ci siano raccolte quando verrò.

Ecco il greco di questo testo:

ατα μιαν σαββατων εκαστος υμων παρ εαυτω τιθετω θησαυριζων ο τι αν ευοδωται α μη οταν ελθω τοτε λογιαι γινωνται

Le prime tre parole qui κατα kata (relativo a) μιαν mial (il primo) σαββατων sabbaton (degli Shabbath) ... commenti?

Ma'asiym (Atti) 20:7-11
E su uno degli Shabbathoth, quando i Talmidiym si riunirono per spezzare il pane, Pa'al predicò loro, pronto a partire l'indomani; e continuò il suo discorso fino a mezzanotte. 8 E c'erano molte luci nella camera superiore, dove erano radunati. 9 E un certo giovane di nome Eutico, seduto alla finestra, cadde in un sonno profondo; e poiché Sha'ul predicava a lungo, affondò nel sonno, cadde dal terzo soppalco e fu raccolto morto. 10 E Pa'al scese, si gettò su di lui e, abbracciandolo, disse: Non affannatevi; perché la sua vita è in lui. 11 Quando dunque tornò su, spezzò il pane, mangiò e parlò a lungo fino allo spuntar del giorno, così partì. 12 E riportarono in vita il giovane, e furono non poco confortati.

Eppure la maggior parte delle traduzioni dice del versetto 7 "E il primo giorno della settimana", fuorviando intenzionalmente il lettore dal testo vero e proprio, che afferma chiaramente che era di Sabbaton, cioè il Sabbath. Se non accetti che questa parola Sabbaton significhi il settimo giorno Sabbath praticato dagli Ebrei, considera i prossimi due passaggi:

Ma'asiym (Atti) 17:2
E Pa'al, secondo il suo modo di fare, entrò da loro, e per tre Shabbathoth ragionarono con loro dalle Scritture,

Anche altre edizioni inglesi concordano:

Atti 17:2 E Paolo, secondo il suo modo di fare, entrò da loro, e per tre sabati ragionarono con loro sulle Scritture.

Ma'asiym (Atti) 18:4
E ragionava nella sinagoga ogni Shabbath e persuadeva gli Yahudiym e gli Yavaniym.

Ancora una volta, altre edizioni concordano:

Atti 18:4 E ogni sabbath discuteva nella sinagoga e persuadeva i Giudei e i Greci.

Quindi, se esaminiamo la totalità di questo discorso, troviamo una linea temporale che rivela il momento effettivo della crocifissione. Mattityahu 28:1 pone le basi, perché rivela due Sabbath (Sabbaton). L'uso del termine Sabbaton, come abbiamo discusso sopra, significa Sabbath e nient'altro. Due Sabbath sono quindi divulgati in questo verso, come si trovano nel greco sottostante, ma non correttamente interpretati in nessuna edizione diversa dall'Eth Cepher.

Questo passaggio è compreso solo con una conoscenza delle feste – i sette moediym di Yahuah. Delle sette feste di Yahuah, Pecach (Pasqua), Matstsah (Pane Azzimo), Bikoor (Primizie), Shavu'oth (Pentecoste), Yom Teru`ah (Trombe), Yom Kippur (Espiazione), Cukkoth (Tabernacoli), solo due sono programmati il 15 del mese: Matstsah è fissato il 15 del primo mese, il mese di Aviyv (Niycan); e Cukkoth, che è fissato il quindicesimo giorno del settimo mese, il mese di Eythaniym (Tishrei). Dati i termini di Chanok, il primo giorno di Matstsah e il primo giorno di Cukkoth saranno sempre di luna piena. Di tanto in tanto, quando si verifica un'eclissi totale sulla luna, queste lune piene saranno lune di sangue.

Consideriamo ora il momento della crocifissione. C'è solo uno scenario possibile per i tempi della crocifissione. Guardiamo:

Il tempo di Pasqua / la festa di Matstsah:

Questi sono gli unici giorni della settimana in cui i tempi stabiliti nei vangeli possono aver luogo. Come vedete qui, Mashiach trascorre tre notti e tre giorni nella tomba. Viene preso dalla croce e deposto nel sepolcro poco prima dell'alto Shabbath di Matstsah. Miryam e Miryam (M&M nel grafico) lo visitano alla fine dello Shabbath, appena prima dello Shabbat successivo, che è la primizia o Bikoor, e scoprono che il Mashiach è risorto.

Mattithyahu (Matteo) 28:1
Dopo la fine dello Shabbath, mentre cominciava ad avvicinarsi allo Shabbat del giorno successivo, vennero Miryam di Migdal e l'altra Miryam a vedere il sepolcro.

Marqus (Marco) 16:1-2
E quando lo Shabbath fu passato, Miryam di Migdal, e Miryam madre di Ya`aqov, e Shalom, comprarono aromi dolci, affinché potessero venire e ungerlo. 2 E molto presto la mattina dello Shabbath del giorno successivo, vennero al sepolcro al sorgere del sole.

Marqus (Marco) 16:9
Ora Yahusha è risorto nel primo Shabbath, è apparso per primo a Miryam di Migdal, da cui aveva scacciato sette demoni.

Luqas (Luca) 24:1
Non essendo più Shabbath, la mattina molto presto, vennero al sepolcro, portando con sé gli aromi che avevano preparato, e alcuni altri con loro.

Yochanon (Giovanni) 20:1
Non essendo più Shabbath, Maria di Màgdala venne di buon'ora, quando era ancora buio, al sepolcro, e vide la pietra tolta dal sepolcro.

Yochanon (Giovanni) 20:19
Poi lo stesso giorno di sera, essendo uno di Shabbathoth, quando le porte dove i Talmidiym erano radunati per paura degli Yahudiym erano chiuse, venne Yahusha e si fermò in mezzo e disse loro: Pace a voi.

Abbiamo una discussione un po' interessante qui, perché sembra che Miryam di Migdal sia stata la prima a scoprire la pietra portata via e sia tornata con Miryam e Salome per confermare. Tutti questi eventi, tuttavia, si sono verificati dopo la fine dello Shabbath di sabato.

Quando si comprende il momento della crocifissione, possiamo vedere che il Mashiach è stato posto nella tomba poco prima dell'inizio dell'alto Shabbath di Matstsah (mercoledì nel tardo pomeriggio), che lo ha posto nella tomba esattamente per tre notti e tre giorni, la sua ascensione ha luogo esattamente 72 ore dopo, alla fine dello Shabbath di Sabato, poco prima dello Shabbath di Bikoor, o Primizie, che cade sempre di Domenica.

Successivamente, Miryam e Miryam fanno la loro scoperta. Ciò significa che l'ascensione ha avuto luogo di Sabato, o il tradizionale settimo giorno di Shabbath. Questa è l'unica comprensione che può essere raggiunta dal testo greco che si trova nei vangeli.

L'affermazione secondo cui lo Shabbat deve essere abbandonato in favore della domenica ha una fonte, tuttavia, il libro su cui si basa non è mai stato canonizzato da nessuno dei concili. Ecco la parte interessata:

EPISTOLA DI BARNABAS

Capitolo 15 - Il falso e il vero Shabbath

Inoltre, sta scritto riguardo al Sabbath nel Decalogo che [il Signore] ha dato faccia a faccia a Mosè sul monte Sinai, E santificare il Sabbath del Signore con mani pulite e un cuore puro. Esodo 20:8; Deuteronomio 5:12 E in un altro luogo dice: Se i miei figli osservano il Sabbath, farò posare su di loro la mia misericordia. Geremia 17:24-25 Il Sabbath è menzionato all'inizio della creazione [così]: E Dio fece in sei giorni le opere delle sue mani, e terminò il settimo giorno, si riposò su di esso e lo santificò. Attendete, figli miei, al significato di questa espressione, Egli terminò in sei giorni. Ciò implica che il Signore finirà ogni cosa in seimila anni, perché un giorno è con Lui mille anni. Ed Egli stesso ne attesta, dicendo: Ecco, oggi sarà come mille anni. Perciò, figli miei, in sei giorni, cioè in seimila anni, tutte le cose saranno compiute. E si riposò il settimo giorno. Ciò significa: quando Suo Figlio, venendo [di nuovo], distruggerà il tempo dell'uomo malvagio, e giudicherà gli empi, e cambierà il sole, la luna e le stelle, allora Egli riposerà veramente nel settimo giorno. Inoltre, dice: Lo santificherai con mani pure e cuore puro. Se dunque qualcuno può ora santificare il giorno che Dio ha santificato, se non è puro di cuore in ogni cosa, noi siamo ingannati. Ecco, dunque: certo allora uno che riposa bene lo santifica, quando noi stessi, avendo ricevuto la promessa, la malvagità non esiste più e tutte le cose, essendo state rinnovate dal Signore, saremo in grado di operare la giustizia. Allora potremo santificarlo, essendo stati prima santificati noi stessi.

Inoltre, dice loro: I vostri noviluni e il vostro Sabbath non posso sopportarlo. Isaia 1:13 Vedete come Egli parla: I vostri Sabbath attuali non mi sono graditi, ma è quello che ho fatto [cioè questo] quando, dando riposo a tutte le cose, darò inizio all'ottavo giorno, cioè, l'inizio di un altro mondo. Perciò anche noi osserviamo con gioia l'ottavo giorno, anche il giorno in cui Gesù è risuscitato dai morti. E quando si manifestò, salì al cielo.

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

Chazon (Revelation) 1:8

I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.

Read More

Baruch Sheniy (2 Baruch) 51:8-9

For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.

Read More

Ezra Reviy'iy (4 Ezra/2 Esdras) 2:35

Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.

Read More

Devariym (Deuteronomy) 11:26-28

Behold, I set before you this day a blessing and a curse; A blessing, if ye obey the commandments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known.

Read More

Shemoth (Exodus) 20:11

For in six days Yahuah made the heavens and the earth, the sea, and all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed the day of Shabbath, and hallowed it.

Read More

Bere'shiyth (Genesis) 1:1

In the beginning Elohiym created את the heavens and אתthe earth.

Read More

Yesha'yahu (Isaiah) 14:12

How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!

Read More

Yirmeyahu (Jeremiah) 31:31

Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the house of Yashar’el, and with the house of Yahudah.

Read More

Besorah Yochanon (John) 1:1

In the beginning was the Word, and the Word was with את Elohiym, and Elohiym was the Word.

Read More

Besorah Yochanon (John) 3:16

For Elohiym so loved the world, that he gave his yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.

Read More

Besorah Yochanon (John) 14:21

He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him.

Read More

Vayiqra (Leviticus) 23:4

These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 1:21

And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 6:11-12

Give us this day our daily bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who transgress against us.

Read More

Bemidbar (Numbers) 6:24-26

Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace.

Read More

Philippiym (Philippians) 2:10-11

That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha’Mashiach, to the glory of Elohiym the Father.

Read More

Tehilliym (Psalms) 23:1-2

Yahuah is my Shepherd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters.

Read More

Tehilliym (Psalms) 91:1-2

He who dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust.

Read More

Chazon (Revelation) 13:18

Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .

Read More

Romaiym (Romans) 8:38-39

For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.

Read More

Qorintiym Ri'shon (I Corinthians) 13:13

And now abides faith, hope, love, these three; but the greatest of these is love.

Read More

Makkabiym Reviy'iy (4 Maccabees) 9:7-9

Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.

Read More

Daniy'el (Daniel) 12:1

And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.

Read More

Chanoch (Enoch) 105:14-15

A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction shall take place in one year. This child, who is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.

Read More

Yo'el (Joel) 2:28

And it shall come to pass afterward, that I will pour out my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.

Read More