We will be closed on Tuesday, October 4th in observance of Yom Kippuriym.

×

Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Chi è adesso Leviy? Parte 1 - La benedizione

Autore: Pietro Nencioni / 6.9.2021

 

Una delle storie più notevoli nella Scrittura è ovviamente la benedizione di Ya`aqov sui suoi 12 figli e sui suoi due nipoti, perché questa benedizione è ancora con noi oggi e definisce alla radice tutta la storia occidentale. Quelli di voi che sono alla ricerca di parametri fondamentali della scienza politica farebbero bene a studiare questa benedizione e a seguirne il progresso attraverso la storia. Se gli inglesi (ברת איש) - l'uomo dell'alleanza in Ebraico - avessero conosciuto la verità solo nel 1917, il mondo sarebbe stato un posto completamente diverso. Lasceremo quella discussione per un altro giorno.

Oggi daremo uno sguardo alla benedizione sulla casa di Levi.

Bere’shiyth (Genesi) 49: 5-7
Shim`on e Leviy sono fratelli; strumenti di crudeltà sono nelle loro abitazioni. 6 O anima mia (nefesh), non entrare nel loro segreto (sod); Alla loro assemblea (kahilah), mio onore, non ti unire: per la loro ira hanno ucciso un uomo (ish אִישׁ), e con la loro volontà hanno scavato un muro. 7 Maledetta (arar אָרַר) la loro ira, perché era feroce; e la loro ira (ebrah), perché era crudele: li dividerò in Ya`aqov e li disperderò in Yashar'el.

Bemidbar (Numeri) 18: 20-24
E Yahuah disse a El-Aharon: Non avrai eredità nella loro terra, né avrai alcuna parte tra loro: io sono la tua parte e la tua eredità tra i figli di Yashar'el. 21 Ed ecco, ho dato ai figli di Leviy tutto il decimo in Yashar'el come eredità, per il loro servizio con cui servono, anche את il servizio del Tabernacolo dell'assemblea. 22 Né i figli di Yashar'el d'ora in poi devono avvicinarsi al Tabernacolo dell'assemblea, per timore di portare il peccato e morire. 23 Ma i Leviyiym faranno את il servizio del Tabernacolo dell'assemblea, e porteranno la loro iniquità: sarà uno statuto per sempre attraverso le vostre generazioni, che tra i figli di Yashar'el non avranno eredità. 24 Ma את le decime dei figli di Yashar'el, che offrono come offerta sospirata a Yahuah, ho dato in eredità ai Leviyiym: perciò ho detto loro: Tra i figli di Yashar'el faranno non avranno eredità.

I Leviyiym - i Leviti - sono chiamati a fare il servizio del Tabernacolo dell'assemblea e a sopportare l'iniquità della casa di Yashar'el, e questo servizio è uno statuto per sempre attraverso le vostre generazioni. Significa questo che il sacerdozio levita è stato interrotto durante questo periodo di diaspora? C'è una seconda testimonianza di questo effetto nella Scrittura? Considera le parole di Yirmeyahu:

Yirmeyahu (Geremia) 33: 9-14 (una discussione benedetta)
E sarà per me un nome di gioia, una lode e un onore davanti a tutte le nazioni della terra, che ascolteranno את tutto il bene che io faccio loro: e temeranno e tremeranno per tutta la bontà e per tutta la prosperità che le procuro. 10 Così dice Yahuah; Ancora una volta si udrà in questo luogo, che voi dite sarà desolato senza uomini e senza animali, sì, nelle città di Yahudah e nelle strade di Yerushalayim, che sono desolate, senza uomini, senza abitanti e senza animali, 11 La voce di gioia e la voce di letizia, la voce dello sposo e la voce della sposa, la voce di coloro che diranno: Lodate את Yahuah Tseva'oth: poiché Yahuah è buono; poiché la sua misericordia dura per sempre: e di coloro che porteranno il sacrificio di lode (todah) nella casa di Yahuah. Poiché io farò ritornare את la cattività del paese, come nel principio, dice Yahuah. 12 Così dice Yahuah Tseva'oth; Di nuovo in questo luogo, che è desolato senza uomini e senza animali, e in tutte le sue città, ci sarà un'abitazione di pastori che faranno coricare i loro greggi. 13 Nelle città dei monti, nelle città della valle e nelle città del Negev, nel paese di Binyamiyn, nei luoghi intorno a Yerushalayim e nelle città di Yahudah, i greggi passeranno di nuovo sotto le mani di colui dice loro, dice Yahuah. 14 Ecco, i giorni vengono, dice Yahuah, in cui farò את quella buona cosa che ho promesso alla casa di Yashar'el e alla casa di Yahudah.

Ora, Yah è un bugiardo? Non ha fatto proprio quello che aveva detto che avrebbe fatto? Che tu sia un Sionista o meno, non puoi confutare che la volontà di Yahuah è stata fatta nella Terra Santa. Inoltre, qui la teologia della sostituzione è in opposizione con l'ultimo verso. La casa di Yahudah (i Giudei) non sono tutti Yashar'el. La chiesa Cristiana non è Yashar'el. La casa di Yisra'el è il Regno del Nord e le tribù perdute, che non sono state perse per sempre, ma disperse tra i pagani affinché possano essere protetti contro il caduto (Satana), che cerca di distruggerli e di fare guerra contro di loro. Sono coloro che hanno la testimonianza di Ha'Mashiach e osservano i suoi comandamenti. Tuttavia, noterai che ripristina anche in Yashar'el (la terra) "quelli che porteranno il sacrificio di lode nella casa di Yahuah". Esploriamo ulteriormente questo aspetto:

Yirmeyahu (Geremia) 33: 15-18
In quei giorni, e in quel tempo, farò crescere il Ramo della Giustizia (tsemach tsedaqah, cioè Mashiach della stirpe di Davide) da Davide; ed eseguirà il giudizio e la giustizia nel paese. 16 In quei giorni Yahudah sarà salvato, e Yerushalayim dimorerà al sicuro: e questo è il nome con cui sarà chiamata, Yahuah Tsidqenu (che è Yah la nostra giustizia). 17 Poiché così dice Yahuah; Davide non vorrà mai che un uomo si sieda sul trono della casa di Yashar'el; 18 Né i sacerdoti Leviyiym vorranno che un uomo davanti a me offra olocausti (m'olah - ascendere), e accenda (qatar - offrire incenso) offerte di carne (minchah - offrire tributo) e faccia sacrifici (zebach - sacrificio) continuamente (kole ha'yomiym).

Ancora una volta, ci resta la domanda che quando la Scrittura dice "continuamente", significa continuamente? La frase ebraica è kole a'yomiym, o "tutti i giorni". Consideriamo se Yah illustra la portata di questa promessa all'interno della stessa frase contestuale in modo da poter conoscere e conoscere in modo coerente all'interno di una comune esegesi.

Yirmeyahu (Geremia) 33: 19-26
E la Parola di Yahuah giunse a El-Yirmeyahu, dicendo: 20 Così dice Yahuah; Se potete infrangere את il mio patto del giorno, e את il mio patto della notte, e che non ci siano giorno e notte nella loro stagione; 21 Allora possa anche essere infranta la mia alleanza con את Davide mio servitore, affinché non abbia un figlio che regni sul suo trono; e con את i Leviyiym i sacerdoti, i miei ministri. 22 Come l'esercito del cielo non può essere contato, né la sabbia del mare misurata: così moltiplicherò את la discendenza di Davide, mio ​​servo, e את il Leviyiym che mi serve. 23 Inoltre la Parola di Yahuah venne a El-Yirmeyahu, dicendo: 24 Non consideri ciò che questo popolo ha detto, dicendo: Le due famiglie che Yahuah ha scelto, le ha anche rigettate? così hanno disprezzato את il mio popolo, affinché non fossero più una nazione davanti a loro. 25 Così dice Yahuah; Se la mia alleanza non è con il giorno e la notte e se non ho stabilito le ordinanze del cielo e della terra; 26 Allora rigetterò la discendenza di Ya`aqov e Davide mio servitore, così che non prenderò nessuno della sua discendenza per governare la progenie di Avraham, Yitschaq e Ya`aqov: perché io causerò את che la loro prigionia torni e abbi pietà di loro.

Considera che la frase che descrive il sacrificio dei sacerdoti come offerta di olocausti (m'olah - ascendere), e per accendere (qatar - offrire incenso) offerte di carne (minchah - offrire tributo), e per fare sacrifici (zebach - sacrificio ) continuamente (kole ha'yomiym), anche nel suo uso comune, significa ascendere, offrire incenso, tributi o donazioni e presentare il sacrificio di lode - che in questo contesto è il todah, che significa ringraziamento.

Dato questo contesto, e dato l'ultimo sacrificio di sangue di Ha'Mashiach, il sacerdozio levita continua, secondo questa parola? I Leviyim sono chiamati ad ascendere, a offrire il bruciare dell'incenso, a offrire la decima e a fare il sacrificio di lode chiamando la kahilah alla lode e all'adorazione? Credo di si. Considera la discussione in Ivriym:

Ivriym (Ebrei) 7:1-12
Per questo Malkiy-Tsedeq (Melchisedec) (il giusto messaggero), re di Shalem, sacerdote di El Elyon, che incontrò Avraham di ritorno dal massacro dei re e lo benedisse; 2 A cui anche Avraham diede la decima parte di tutto; primo essendo per interpretazione Re della Rettitudine, e dopo anche Re di Shalem, che è, Re della Pace; 3 Senza padre, senza madre, senza discendenza, non avendo né inizio di giorni né fine di vita; ma reso simile al Figlio di Elohiym; rimane continuamente un sacerdote. 4 Ora considera quanto era grande quest'uomo, al quale perfino il patriarca Avraham diede la decima del bottino. 5 E in verità quelli che sono dei figli di Leviy, che ricevono l'ufficio del sacerdozio, hanno il comandamento di prendere le decime del popolo secondo la Torah, cioè dei loro fratelli, anche se escono dai lombi di Avraham : 6 Ma colui la cui discendenza non è stata conteggiata da loro ha ricevuto le decime di Avraham e ha benedetto colui che aveva le promesse. 7 E senza ogni contraddizione, il minore è benedetto dal maggiore. 8 E qui gli uomini che muoiono ricevono la decima; ma lì li riceve, colui di cui è testimoniato che vive. 9 E come posso dire, anche Leviy, che riceveva la decima, la pagò ad Avraham. 10 Poiché era ancora nei lombi di suo padre, quando Malkiy-Tsedeq (Melchisedec) lo incontrò. 11 Se dunque la perfezione fosse dovuta al sacerdozio Levitico, (perché sotto di esso il popolo riceveva la Torah), quale ulteriore bisogno c'era che un altro sacerdote sorgesse secondo l'ordine di Malkiy-Tsedeq (Melchisedec), e non fosse chiamato dopo l'ordine di Aharon? 12 Poiché il sacerdozio è cambiato, è necessario un cambiamento anche dell'istruzione sacerdotale.

Mi fermerò qui per mostrare che la Torah non è capovolta, né l'istruzione è necessariamente cambiata. L'istruzione porta con sé un altro significato.

Ivriym (Ebrei) 7:13-28
Poiché colui di cui si parla di queste cose appartiene a un'altra tribù, della quale nessuno ha assistito all'altare. 14 Poiché è evidente che il nostro Adonai proveniva da Yahudah; della quale tribù Mosheh non parlò nulla riguardo al sacerdozio. 15 Ed è ancora molto più evidente: poiché dopo la somiglianza di Malkiy-Tsedeq (Melchisedec) sorge un altro sacerdote, 16 Che è fatto non secondo la Torah di un comandamento carnale, ma dopo il potere di una vita senza fine. 17 Poiché egli testimonia, Sei un sacerdote per sempre secondo l'ordine di Malkiy-Tsedeq (Melchisedec). 18 Poiché c'è in verità un annullamento del comandamento precedente a causa della sua debolezza e non redditività. 19 Poiché l'istruzione sacerdotale non rendeva nulla di perfetto, ma l'apporto di una speranza migliore lo fece; dal quale ci avviciniamo a Elohiym. 20 E poiché non senza giuramento fu nominato sacerdote: 21 (Poiché quei sacerdoti furono fatti senza giuramento; ma questo con un giuramento da parte di colui che gli disse: Yahuah ha giurato e non si pentirà, tu sei un sacerdote per sempre secondo l' ordine di Malkiy-Tsedeq (Melchizedec) :) 22 Yahusha si è reso garante di una migliore alleanza. 23 Inoltre quelli erano fatti sacerdoti in gran numero, perché la morte impediva loro di durare: 24 Ma quest'uomo, poiché continua per sempre, ha un sacerdozio immutabile. 25 Pertanto egli può anche salvare appieno quelli che vengono a Elohiym per mezzo di lui, visto che vive per sempre per intercedere per loro. 26 Poiché un tale Sommo Sacerdote venne a  noi, che è santo, innocuo, incontaminato, separato dai peccatori e reso più alto dei cieli; 27 Che non ha bisogno ogni giorno, come quei sommi sacerdoti, di offrire sacrifici prima per i propri peccati e poi per il popolo: per questo l' ha fatto una volta, quando si è offerto. 28 Poiché la Torah rende gli uomini sommi sacerdoti che sono soggetti ad infermità; ma la parola del giuramento, che era fin dalla Torah, costituisce il Figlio, che è consacrato per sempre.

Per quelli di noi che cercano di camminare nella Torah, il sacerdozio Levita, passando da una generazione all'altra, continua e dovrebbe continuare a offrire il sacrificio di lode, l'innalzamento della decima, l'offerta di incenso e il pentimento dei peccati attraverso la preghiera di intercessione e l'offerta di musica per la glorificazione di Yah. Il cammino nella Torah crea una propiziazione per il peccato? No, perché non c'è cammino nella Torah che possa porre rimedio alla caduta di Adamo, la cui caduta non può che essere ripristinata solo dal sacrificio di sangue del Mashiach. Gli Yachad sono coloro che hanno la Sua testimonianza nei loro cuori, anime e menti e che osservano quei comandamenti che il Ruach Ha'Qodesh ha respirato anche nel cuore, nell'anima e nella mente.

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

Chazon (Revelation) 1:8

I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.

Read More

Baruch Sheniy (2 Baruch) 51:8-9

For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.

Read More

Ezra Reviy'iy (4 Ezra/2 Esdras) 2:35

Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.

Read More

Devariym (Deuteronomy) 11:26-28

Behold, I set before you this day a blessing and a curse; A blessing, if ye obey the commandments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known.

Read More

Shemoth (Exodus) 20:11

For in six days Yahuah made the heavens and the earth, the sea, and all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed the day of Shabbath, and hallowed it.

Read More

Bere'shiyth (Genesis) 1:1

In the beginning Elohiym created את the heavens and אתthe earth.

Read More

Yesha'yahu (Isaiah) 14:12

How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!

Read More

Yirmeyahu (Jeremiah) 31:31

Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the house of Yashar’el, and with the house of Yahudah.

Read More

Besorah Yochanon (John) 1:1

In the beginning was the Word, and the Word was with את Elohiym, and Elohiym was the Word.

Read More

Besorah Yochanon (John) 3:16

For Elohiym so loved the world, that he gave his yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.

Read More

Besorah Yochanon (John) 14:21

He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him.

Read More

Vayiqra (Leviticus) 23:4

These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 1:21

And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 6:11-12

Give us this day our daily bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who transgress against us.

Read More

Bemidbar (Numbers) 6:24-26

Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace.

Read More

Philippiym (Philippians) 2:10-11

That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha’Mashiach, to the glory of Elohiym the Father.

Read More

Tehilliym (Psalms) 23:1-2

Yahuah is my Shepherd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters.

Read More

Tehilliym (Psalms) 91:1-2

He who dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust.

Read More

Chazon (Revelation) 13:18

Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .

Read More

Romaiym (Romans) 8:38-39

For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.

Read More

Qorintiym Ri'shon (I Corinthians) 13:13

And now abides faith, hope, love, these three; but the greatest of these is love.

Read More

Makkabiym Reviy'iy (4 Maccabees) 9:7-9

Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.

Read More

Daniy'el (Daniel) 12:1

And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.

Read More

Chanoch (Enoch) 105:14-15

A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction shall take place in one year. This child, who is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.

Read More

Yo'el (Joel) 2:28

And it shall come to pass afterward, that I will pour out my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.

Read More