To visit our sister company Cepher Academy, please click here.

×

Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

Cepher Chanok: capire il libro di Enoch

Autore: Pietro Nencioni / 8.30.2020

 

Il Cepher del profeta Chanok è un testo che abbiamo incluso all'interno dei confini del את  CEPHER. È un libro meraviglioso e in realtà contiene molti segmenti nascosti. Daremo un'occhiata a quei segmenti qui.

Iniziamo con il pubblico a cui è diretto  il Cepher Chanok:

Chanok (Enoch) 1: 1
La parola della benedizione di Chanok, come ha benedetto gli eletti e i giusti, che dovevano esistere in tempo di tribolazione; respingendo tutti gli ingiusti e i malvagi. Chanok, un uomo giusto, che con ELayim, rispose e parlò, mentre i suoi occhi erano aperti e vide una visione benedetta nei cieli. Questo mi hanno mostrato gli angeli.

Ora possiamo vedere come coloro che hanno preceduto questo tempo troverebbero difficile leggere o comprendere questo libro. Continua dicendo:

Chanok (Enoch) 1: 2
Da loro ho sentito tutte le cose e ho capito cosa ho visto; ciò che non avverrà in questa generazione, ma in una generazione che dovrà giungere in un periodo lontano, a causa degli eletti.

Dopo aver stabilito l'ampiezza della sua profezia e la sua applicazione in definitiva anche nella conclusione scritta nel Cepher Chizayon (Libro dell'Apocalisse), inizia una discussione sugli Osservatori, a partire dal capitolo 7 e proseguendo nel capitolo 36.

Chanok (Enoch) 7: 1-2
Successe dopo che i figli degli uomini si erano moltiplicati in quei giorni, che nacquero loro figlie, eleganti e belle. 2 E quando gli Osservatori, i figli del cielo, le videro, si innamorarono di loro, dicendosi l'un l'altro: Vieni, selezioniamo noi stessi donne dalla discendenza degli uomini e generiamo figli.

Questo ovviamente si confronta con una discussione simile nel Cepher Bere’shiyth (Genesi) in cui Mosheh ci dice quanto segue:

Bere’shiyth (Genesi) 6:1-4
Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla faccia della terra e furono loro nate delle figlie, 2 avvenne che i figli di Elohiym videro את che le figlie degli uomini erano belle loro presero per donne tutte quelle che scelsero. 3 Yahuah disse: «Il mio Ruach non contenderà per sempre con l'uomo poiché, egli non è che carne; i suoi giorni dureranno quindi centoventi anni». 4 In quel tempo c'erano sulla terra i Naphiliym, e ci furono anche in seguito, quando i figli di Elohiym si unirono alle figlie degli uomini, ed ebbero da loro dei figli. Questi sono i guerrieri e i tiranni che fin dai tempi antichi sono stati uomini di infamia.

Lo stesso evento è anche descritto nel Cepher Yovheliym (Libro dei Giubilei):

Yovheliym (Giubilei) 5: 1
E avvenne che quando i figli degli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla faccia della terra e nacquero loro delle figlie, che gli angeli di Elohiym le videro in un certo anno di questo giubileo, che erano belle da vedere; e si presero donne tra tutte quelle che avevano scelto, e partorirono a loro figli ed erano i Naphaliym.

E ancora un altro testimone si trova nel Cepher Baruk Sheniy (2 Baruch):

Baruk Sheniy (2 Baruch) 56: 11-15
Inoltre, in quel tempo in cui fu creato, godevano della libertà. 12 E alcuni discesero e si mescolarono con le donne. 13 E poi quelli che lo fecero furono tormentati in catene. 14 Ma il resto della moltitudine di angeli, di cui non c'è numero, si trattenne. 15 E quelli che dimorarono sulla terra perirono insieme a loro attraverso le acque del diluvio.

La storia degli Osservatori - un termine usato anche nel Cepher Daniy'el (Daniele) per descrivere ciò che altrimenti chiameremmo angeli - è difficile da accertare, ed è elaborato a lungo con le opinioni di Yochai e Akiva in un testo di questi ultimi giorni che verrebbe chimato 3 Enoch. A causa della sua datazione post-messianica e perché è l'opinione di due rabbini discreditati del II secolo d.C., abbiamo scelto di evitare la sua pubblicazione all'interno della raccolta del את  CEPHER.

Inoltre, esiste un libro di origine Slava del VII secolo d.C. che si auto-descrive come 2 Enoch che abbiamo omesso dal את CEPHER a causa della sua datazione tardiva e delle correzioni auto-descritte, sebbene il testo sia di qualità meritoria. Può essere trovato all'interno di Shamayim, un libro pubblicato nella nostra Collezione della Biblioteca Cepheriym

Quando arriviamo al Capitolo 37 nel Cepher Chanok, troviamo un preambolo di ciò che sarebbe seguito, vale a dire, le Tre Parabole.

Chanok (Enoch) 37:1b-3
Questo è l'inizio della parola di saggezza che ho ricevuto per dichiarare e dire a coloro che dimorano sulla terra. Ascolta dall'inizio e comprendi fino in fondo le cose benedette che dico in presenza di Yahuah Tsevaoth. Coloro che sono venuti prima di noi hanno pensato che sarebbe stato bene dirle 2 e non lasciare che quelli che verranno dopo ostacolino l'inizio della saggezza. Fino ad ora, Yahuah Tsevaoth non aveva mai dato ciò che ho ricevuto; la saggezza secondo la capacità del mio intelletto e secondo il beneplacito di Yahuah Tsevaoth; ciò che ho ricevuto da lui è una parte della vita eterna. 3 E ho ottenuto tre parabole, che ho dichiarato agli abitanti del mondo.

La prima parabola inizia nel capitolo 38 e si occupa del giorno del giudizio:

Chanok (Enoch) 38:1
Quando la congregazione dei giusti deve manifestarsi e i peccatori vengono giudicati per i loro crimini e turbati agli occhi del mondo

La Seconda Parabola inizia nel Capitolo 45 e si occupa di coloro che negano il nome di Yahuah Tseva’oth e di ciò che viene loro assegnato.

Chanok (Enoch) 45:3-5
In quel giorno l'Eletto siederà su un trono di gloria e definirà le loro condizioni e abitazioni senza numero, mentre il loro ruachoth al loro interno sarà rafforzato, quando contempleranno il mio Eletto per coloro che hanno fatto ricorso al mio Nome santo e Glorioso cercando protezione.4 In quel giorno farò dimorare il mio Eletto; cambierà il cielo; lo benedirà e lo illuminerà per sempre. 5 Anch'io cambierò la terra, la benedirò e farò dimorare coloro che ho scelto che vi abitino. Ma quelli che hanno commesso peccato e iniquità non vi abiteranno, perché ho registrato il loro comportamento. Soddisferò i miei giusti con la pace, mettendoli davanti a me; ma la condanna dei peccatori verrà a distruggerli dalla faccia della terra ”.

Considera che Chanok continua a profetizzare che il figlio dell'uomo verrà a giudicare i vivi e i morti.

Chanok (Enoch) 55: 5
O re, o possenti, che abitate nel mondo, vedrete il mio Eletto, seduto sul trono della mia gloria. E giudicherà Azazel, tutti i suoi collaboratori e tutte le sue schiere, nel nome di Yahuah Tsevaoth.

La terza parabola inizia nel capitolo 57 e si occupa della vita eterna, un concetto estraneo agli Tsadoqiym (Sadducei):

Chanok (Enoch) 57: 4-5
La pace sia ai qodeshiym del mondo con Yahuah. 5 Da quel momento in poi ai qodeshiym verrà detto di cercare in cielo i segreti della giustizia, l'eredità della fede; così come il sole è sorto sulla terra, mentre l'oscurità è passata. Ci sarà luce interminabile; e non entreranno nell'enumerazione del tempo; poiché l'oscurità sarà precedentemente distrutta e la luce aumenterà davanti a Yahuah Tsevaoth; davanti a Yahuah Tsevaoth la luce della rettitudine aumenterà per sempre.

Seguendo le tre parabole, abbiamo un altro segmento del libro che appare, e sembra essere la scrittura di Noach (Noah) e non di Chanok (Enoch). Questo è uno dei motivi per cui il libro è considerato pseudepigrafo, in quanto contiene le visioni di Chanok, Noach e persino Methushalach.

Quindi, a partire dal capitolo 65, troviamo la visione di Noach:

Chanok (Enoch) 65:1-3
In quei giorni, Noach vide che la terra si stava inclinando e la sua distruzione si stava avvicinando. 2 Quindi alzò i piedi e andò alle estremità della terra, verso la dimora del suo bisnonno Chanok. 3 E Noach gridò amaramente: Ascoltami! Ascoltami! Ascoltami!" tre volte. E lui rispose: Dimmi cosa sta succedendo sulla terra; perché la terra è in travaglio ed è scossa violentemente. Morirò sicuramente con lei. ”

Tuttavia, tutto ciò è contenuto nella terza parabola di Chanok, che si conclude nel capitolo 69.

Il capitolo 70 inizierà quindi la discussione sulla traslazione di Chanok e si concluderà nel capitolo 71.

Ivriym (Ebrei) 11: 5-6
Per fede Chanok fu traslato in cielo perché non vedesse la morte, e non fu più trovato perché Elohiym lo aveva traslato; prima infatti di essere portato via, egli ricevette la testimonianza che era piaciuto a Elohiym6 Ora senza fede è impossibile piacergli, perché chi si accosta a Elohiym deve credere che egli è, e che egli è il rimuneratore di quelli che lo cercano diligentemente.

In seguito, entriamo in un regno completamente diverso della discussione nel capitolo 72, non essendo più un resoconto di Chanok, ma piuttosto la descrizione di un algoritmo che è descritto come il cepher delle rivoluzioni dei luminari del cielo, che proclama un calendario coerente con il calendario descritto nel Cepher Yovheliym.

La discussione sul calendario e l'algoritmo che lo fissa a un anno di 364 giorni procede dal capitolo 72 al capitolo 79 (incluso).

Considera l'ammonizione del Cepher Yovheliym riguardo a questo calendario:

Yovheliym (Giubilei) 6:38
Per questo motivo ti comando e ti testimonio che puoi testimoniare a loro; poiché dopo la tua morte i tuoi figli li disturberanno, così che non terranno solo l'anno trecentosessantaquattro giorni e per questo motivo andranno male per quanto riguarda le Nuove Lune, le stagioni, il Sabbath, le feste e mangeranno tutti i tipi di sangue con tutti i tipi di carne.

E in Chanok (Enoch) capitolo 80 troviamo un linguaggio simile:

Chanok (Enoch) 80: 6-10
La luna cambierà le sue leggi e non sarà vista al suo giusto periodo. Ma in quei giorni il cielo sarà visto; e la sterilità avrà luogo ai confini dei grandi carri occidentali. Brillerà più degli ordini di luce; mentre molti capi tra le stelle dell'autorità sbaglieranno, pervertendo le loro vie e opere. 7 non appariranno nel tempo comandato e tutti i tipi di stelle saranno nascosti ai peccatori. 8 I pensieri di coloro che abitano sulla terra trasgrediranno dentro di loro; e saranno pervertiti in tuttie le loro vie. 9 Trasgrediranno e crederanno di essere elohiym, mentre il male si moltiplicherà tra loro. 10 E la punizione verrà su di loro, affinché tutto possa essere distrutto ”.

A partire dal capitolo 81, tuttavia, il discorso si sposta su Methushelach, e in particolare sulla consegna di una profezia globale che si estende di fronte al periodo antidiluviano in cui il Cepher Chanok inizia fino al culmine descritto in Apocalisse, Chanok che consegna la profezia a Methushelach. Queste profezie continuano attraverso il capitolo 91 e, francamente, sono notevoli. Nel את  CEPHER, abbiamo annotato queste profezie coerenti con l'interpretazione di Chanok da parte di Charles, poiché le abbiamo trovate molto illustrative.

Il capitolo 92 di Chanok ci racconta ora dei suoi uditori, dandoci un'illustrazione ancora più grande:

Chanok (Enoch) 92: 1-3
Quello che è stato scritto da Chanok. Scrisse tutte queste istruzioni di saggezza per ogni uomo di dignità e per ogni giudice della terra; per tutti i miei figli che dimoreranno sulla terra e per le generazioni successive, comportandosi in modo retto e pacifico. 2 Non lasciare che il tuo ruach sia addolorato a causa dei tempi; poiché il Santo, il Grande, ha prescritto un periodo a tutti. 3 Lascia che il giusto si alzi dal sonno; che si alzi e proceda sulla via della giustizia, in tutte le sue vie; e lascialo avanzare nella bontà e nella clemenza eterna. La misericordia sarà mostrata al giusto; a lui saranno conferiti integrità e potere per sempre. Nella bontà e nella giustizia egli dovrà esistere e camminare nella luce eterna; ma il peccato perirà nell'eterna oscurità, né sarà più visto da quel momento in avanti per sempre.

Infine, il Cepher Chanok si conclude con istruzioni scritte relative alle visioni.

Chanok (Enoch) 93: 1
Dopodiché, Chanok iniziò a parlare da un cepher.

E, naturalmente, ci lascia con un versetto che ho citato spesso, in quanto rivela uno strumento centrale di saggezza nella comprensione dell'opera della creazione:

Chanok (Enoch) 93:12
Successivamente, nella settima settimana, sorgerà una generazione perversa; abbondanti saranno le sue opere e tutte le sue azioni perverse. Durante il suo completamento, i giusti saranno scelti dall'eterna pianta della giustizia; e a loro verrà data la settuplice dottrina di tutta la sua creazione.

La nostra sincera speranza è che coloro che leggono l' את CEPHER siano benedetti dalla presentazione del Cepher Chanok.

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

  • I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.
    CHIZAYON (Revelation) 1:8
    Read More
  • For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.  
    BARUK SHENIY (2 Baruk) 51: 8-9
    Read More
  • Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.
    EZRA REVIY`IY (4 Ezra / 2 Esdras) 2:35
    Read More
  • Behold, I set before you this day a blessing and a curse; את eth-A blessing, if ye obey the command­ments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem, but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known. 
    DEVARIYM (Deuteronomy) 11:26-28
    Read More
  • For in six days Yahuah made את eth-the heavens and את eth-the earth, את eth-the sea, and את eth-all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed את eth-the day of Shabbath, and hallowed it.
    SHEMOTH (Exodus) 20:11
    Read More
  • In the beginning Elohiym created את eth the heavens and את eth the earth.
    BERE’SHIYTH (Genesis) 1:1
    Read More
  • How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!
    YESHA`YAHU (Isaiah) 14:12
    Read More
  • Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the את eth-house of Yashar'el, and with the את eth-house of Yahudah. 
    YIRMEYAHU (Jeremiah) 31:31
    Read More
  • In the beginning was the Word, and the Word was with את eth Elohiym, and Elohiym was the Word.
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 1:1
    Read More
  • For Yah so loved את eth-the world, that he gave את eth-his את eth-yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 3:16
    Read More
  • He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him. 
    BESORAH YOCHANON (Gospel of John) 14:21
    Read More
  • These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.
    VAYIQRA (Leviticus) 23:4
    Read More
  • And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.
    BESORAH MATTITHYAHU (Gospel of Matthew) 1:21
    Read More
  • Give us this day our daily את eth-bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who trans­gress against us. 
    BESORAH MATTITHYAHU (Gospel of Matthew) 6:11-12
    Read More
  • Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace. 
    BEMIDBAR (Numbers) 6:24-26
    Read More
  • That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha'Mashiach, to the glory of Yah the Father.
    PHILIPPIYM (Philippians) 2:10-11
    Read More
  • YAHUAH is my Shep­herd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters. 
    TEHILLIYM (Psalm) 23:1-2
    Read More
  • He that dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust. 
    TEHILLIYM (Psalm) 91:1-2
    Read More
  • Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .
    CHIZAYON (Revelation) 13:18
    Read More
  • For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.
    ROMAIYM (Romans) 8:38-39
    Read More
  • Though I speak with the tongues of men and of angels, and have not love, I am become as sounding brass, or a tinkling cymbal.
     QORINTIYM RI’SHON (I Corinthians) 13:13
    Read More
  • Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.
    MAKKABIYM REVIY`IY (4 Maccabees) 9:7-9
    Read More
  • And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.
    DANIY'EL (Daniel) 9-12
    Read More
  • A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction, shall take place in one year. This child which is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.
    CHANOK (Enoch) 105: 14-15
    Read More
  • And it shall come to pass afterward, that I will pour out את eth-my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.
    YO’EL (Joel) 2:28
    Read More